menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il presidio dei dipendenti Ferrett fuori il Comune

Il presidio dei dipendenti Ferrett fuori il Comune

Ferretti via da Forlì? "Se le istituzioni sono con noi, possiamo salvarla"

Forlitoday-RomagnaOggi.it ha intervistato uno dei dipendenti costretti allo spostamento forzato al ritorno dalle festività natalizie. Tra i capannoni della storica azienda nautica si respira "un gran malcontento"

Mercoledì scorso la doccia fredda della notizia del trasferimento a Mondolfo, nelle Marche, della divisione industriale del gruppo e di 70 tecnici che lavorano nella Ferretti. Forlitoday-RomagnaOggi.it ha intervistato uno dei dipendenti costretti allo spostamento forzato al ritorno dalle festività natalizie. Tra i capannoni della storica azienda nautica si respira "un gran malcontento", come testimona il dipendente, il quale sottolinea che la decisione potrebbe esser "un escamotage per portare allo stremo i dipendenti e farli abbandonare il posto di lavoro senza tante spese per l'azienda".

Lei è uno dei lavoratori che è stato trasferito a Mondolfo, nelle Marche?
Si esattamente. Sono uno dei 70 dipendenti che dovranno andare a Marotta nelle Marche.

Da quando dovrà prendere servizio nella nuova sede?
L'azienda prevede il trasferimento a partire dal 1 Gennaio o comunque al ritorno dalle vacanze di Natale. Insomma un buon Natale dai.

Che cosa si prospetta, quale vita dovrà fare il "pendolare"?
Ah dipende da cosa propone l'azienda: o pullman o treno alla mattina presto finchè ci si riesce. Poi al limite c'è chi proverà a prendere un appartamento giù. Insomma un disagio non da poco.

Come l'avete presa tra di voi?
Sicuramente c'è un gran malcontento, nessuno vuole lasciare la propria casa. Poi considerando il fatto che questo potrebbe significare la fine della Ferretti a Forlì. Potrebbe ma di questo non siamo nè certi nè informati bene. Ho famiglia con moglie e figli, non posso permettermi di prendere un appartamento in affitto altrove.

Quanto prendono in media di stipendio i lavoratori trasferiti?
Questo non glielo so dire perchè non parliamo di stipendi e cose varie, posso dire che la trasferta inciderà molto sulle nostre finanze e fino adesso non si sa ancora se ci daranno un aiuto economico in più.

Non è un sacrificio sopportabile, considerato lo stipendio?
No

I sindacati stanno già trattando sulle condizioni dei trasferimenti, giusta questa strada o dovevano dare battaglia prima?
La situazione non è mai stata chiara. Si sono rincorse solamente alcune voci nelle settimane precedenti alla notizie, ma erano voci di corridoio e lasciano il tempo che trovano.

Cosa si dice tra di voi, sono licenziamenti camuffati?
Secondo me potrebbe essere un escamotage per portare allo stremo i dipendenti e farli abbandonare il posto di lavoro senza tante spese per l'azienda.

Cosa significa portare via la progettazione, gli ingegneri e architetti da Forlì?
Significa abbandonare un prodotto eccellente del territorio, nato dal sacrificio di tante persone che hanno messo tutto per crearlo.

Dopo la partenza di questi reparti, potrà rimanere a lungo la direzione a Forlì?
Lo scopo potrebbe essere quello di lasciare qui la direzione e basta ma non c'è nulla di certo ancora. Ripeto a noi non dicono niente di chiaro. Solamente dovete andare a Mondolfo.

Come sono i nuovi dirigenti cinesi nei confronti dei lavoratori, tanto gli operai quanto i quadri?
I nuovi dirigenti non si vedono quasi mai e non posso quindi giudicare il rapporto.

Potranno valere qualcosa le proteste di una piccola città come Forlì, su un"cervello pensante" che si trova molto lontano, in Cina?
Secondo me se ci si coalizza e stiamo tutti uniti ce la possiamo fare; ma solamente se anche le autorità stanno dalla nostra parte.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Forlì è al centro del Nonprofit: il 23 aprile si terrà l'open day

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ForlìToday è in caricamento