rotate-mobile
Mercoledì, 8 Dicembre 2021
Economia

Festa della Cgil, "sold out" al parco Incontro: "Per risolvere i problemi del Paese serve volontà politica"

Una maratona di contenuti partita alle 15.30 e giunta in crescendo fino alle 21 con l’intervista di Tindara Caccetta Giornalista Rai Tg3 Nazionale a Maurizio Landini, segretario nazionale della Cgil

Il Parco Incontro di via Ribolle ha ospitato venerdì "Aspettando Facciamo Quadrato", la festa Cgil di Forlì. "Un vero e proprio e “Sold Out” - esclama il segretario generale del sindacato, Maria Giorgini -. La qualità dei dibattiti, la presenza di illustri ospiti, la capacità delle volontarie e volontari di organizzare in sicurezza i momenti di socializzazione, ci fanno dire che si sia trattato di un importante momento di discussione e partecipazione".

Una maratona di contenuti partita alle 15.30 e giunta in crescendo fino alle 21 con l’intervista di Tindara Caccetta Giornalista Rai Tg3 Nazionale a Maurizio Landini, segretario nazionale della Cgil. L’iniziativa è stata trasmessa anche in streaming sulle pagine Facebook della Cgil di Forlì, della Cgil Emilia Romagna e di Collettiva. "Ancora una volta tutti i temi sono stati snocciolati e i nodi sono venuti al pettine, la condizione dei giovani nel mondo del lavoro e nella società, le diseguaglianze di genere e i grandi questioni  che in questo autunno saranno nell’agenda del sindacato e del paese", evidenzia Giorgini.

Argomenta la sindacalista: "E’ stato detto in modo chiaro, per risolvere i grandi nodi del paese - cioè giovani, pensioni, fisco, scuola, sanità, precarietà nel mondo del lavoro, salute e sicurezza - il tempo è poco ma ciò che più serve è la volontà politica. La Cgil continuerà a mobilitarsi per ridurre le diseguaglianze già presenti e che la pandemia ha incrementato; lo faremo tenendo in prima linea i nostri valori, la capacità di dialogo e di proposta, e sostenendo le nostre rivendicazioni sempre con la partecipazione delle persone che rappresentiamo". 

Da Giorgini "n ringraziamento sentito al presidente della Provincia Gabriele Fratto e al sindaco di Forlì Gian Luca Zattini, per il contributo portato alla nostra iniziativa e per la volontà congiunta di proseguire i confronti in atto nell'interesse delle cittadine e dei cittadini e per il futuro del nostro territorio. Grazie alle associazioni intervenute, tra cui l'Anpi, Libera, il Centro per la Pace, l’Associazione Luciano Lama, l’Auser, Women, la Federconsumatori, il Sunia, il Comitato per l’eutanasia Legale e le ragazze e i ragazzi di Friday for Future. Grazie anche allo Spi Cgil ad Udi e a Voce Donna per aver portato alla Festa la staffetta partigiana Amalia Geminiani regalandoci un bellissimo momento di affetto e gratitudine verso chi ci ha collaborato rischiando la propria vita nella lotta di Resistenza contro il regime Fascista per restituirci la libertà".

Conclude la sindacalista: "Un ringraziamento anche a Moreno Lombardi che con la sua musica ha accompagnato la cena dove i volontari si sono cimentati nella preparazione di ricca Paella. In ultimo un sentito ringraziamento  a tutti gli ospiti intervenuti a partire dal contributo eccezionale di Maria Cecilia Guerra, Luigi Giove Segr. Gen Cgil Emilia Romagna, a Susanna Camusso della Cgil Nazionale, al segretario generale nazionale Maurizio Landini per aver dedicato il loro prezioso tempo alla nostra Festa e averci dato utili strumenti di analisi per far fronte alle sfide immediate e future. Un abbraccio agli attivisti sindacali dei lavoratori attivi e pensionati senza i quali queste iniziative non sarebbero possibili".

paella-festa-cgil-2021-2festa-cgil-2021-2

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Festa della Cgil, "sold out" al parco Incontro: "Per risolvere i problemi del Paese serve volontà politica"

ForlìToday è in caricamento