Edizione extra del festival del fundraising, come fare raccolta fondi durante l'epidemia

Appuntamento online con centinaia di organizzazioni nonprofit per affrontare l’emergenza coronavirus. Il 13 e 14 maggio ci saranno due giornate di formazione e networking

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di ForlìToday

Appuntamento online con centinaia di organizzazioni nonprofit per affrontare l’emergenza coronavirus. Il 13 e 14 maggio ci saranno due giornate di formazione e networking con la "Challenge Edition del Festival del Fundraising"  con centinaia di organizzazioni nonprofit che si ritrovano online con l’edizione speciale del Festival del Fundraising, per fare formazione, acquisire strumenti e condividere buone pratiche. Obiettivo è prepararsi a gestire al meglio l’impatto dell’emergenza Coronavirus sulla raccolta fondi e su tutto il settore nonprofit. Due giornate piene: 22 sessioni in diretta da 45, 30 e 15 minuti, un’area networking in cui i partecipanti potranno incontrarsi online e un’Expo virtuale, dedicata a una selezione dei migliori fornitori digital e non solo, del nonprofit. Si parte mercoledì 13 maggio, alle ore 9 con le istruzioni per l’uso e la presentazione delle opportunità di networking e formazione. Le sessioni in programma affrontano i temi caldi di questo momento: raccolta fondi online e i consigli per rendere il form di donazione davvero efficace, un’indagine Doxa su come la pandemia ha modificato le abitudini degli italiani, rendere unico e riconoscibile un brand sui social, crowdfunding.

Con la case history di AIL - Associazione italiana contro le leucemie-linfomi e mieloma, si vedrà come trasformare le piazze fisiche in piazze virtuali e con un esperto di database come utilizzare al meglio i contatti in database. Lega del Filo d’Oro racconta come è possibile portare avanti la raccolta fondi offline e ci sarà spazio anche per capire che cosa prevede il DPCM Cura Italia per il settore nonprofit e pensare anche al dopo emergenza, con una riflessione sul fundraising per la cultura e alcune utili indicazioni su come strutturare una start up di fundraising. A chiudere i lavori della seconda e ultima giornata ci sarà poi l’intervista di Valerio Melandri, Direttore del Master in Fundraising dell’Università di Forlì, a Stefano Zamagni, economista italiano, apprezzato in tutto il mondo per i suoi studi in materia di economia sociale, sull’importanza di coinvolgere il Terzo Settore sia come attore da mettere in campo nella gestione dell’emergenza, sia come realtà da tutelare e proteggere durante questa crisi. Durante le giornate sarà poi dedicato ampio spazio a momenti di networking, perché la community del nonprofit c’è e ha voglia di confrontarsi e condividere esperienze.

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ForlìToday è in caricamento