rotate-mobile
Economia

Filiera uova, contratto da 30 milioni: Assoavi esulta

Per quattro regioni, Piemonte, Emilia-Romagna, Sardegna e Toscana, ha illustrato il direttore di Assoavi Stefano Gagliardi, sono previsti "investimenti mirati"

Per la ''filiera uova'' è stato firmato un contratto che prevede investimenti per 30 milioni di euro. Ne dà notizia il presidente di Assoavi, Gian Luca Bagnara, ringraziando il ministero e sottolineando che gli obiettivi sono "l'integrazione di filiera e la valorizzazione del prodotto per aumentarne la competitività", attraverso la riconversione degli allevamenti secondo le recenti normative del benessere animale, la tutela ed il miglioramento dell''ambiente naturale, lo sviluppo di pratiche di allevamento finalizzate al contenimento delle emissioni, la diffusione di informazioni chiare e complete al consumatore finale oltre al rafforzamento di strategie di tipo commerciale volte all''innovazione.

Per quattro regioni, Piemonte, Emilia-Romagna, Sardegna e Toscana, ha illustrato il direttore di Assoavi Stefano Gagliardi, sono previsti "investimenti mirati al rinnovamento delle tecnologie per il benessere animale, all''ammodernamento tecnologico degli impianti di trasformazione ed alla implementazione di avanzati sistemi di tracciabilità e rintracciabilità dei processi produttivi". Dunque sia per quanto riguarda l'uovo in guscio sia per i prodotti trasformati, tira le somme Bagnara, si tratta di un "importante risultato che ci sprona a proseguire con ancora piu'' determinazione ed entusiasmo nella realizzazione degli altri importanti progetti in discussione al ministero". (fonte Dire)

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Filiera uova, contratto da 30 milioni: Assoavi esulta

ForlìToday è in caricamento