rotate-mobile
Lunedì, 22 Aprile 2024
Imprese

Fondi ministeriali per il settore enogastronomico e dell’ospitalità: al via le domande

Dal primo marzo è possibile fare richiesta di contributi per l’acquisto di attrezzature o l’assunzione di giovani. L’Ufficio Bandi di Cna Forlì-Cesena è a disposizione delle imprese interessate

È partito il conto alla rovescia per accedere ai contributi previsti dal Fondo per il sostegno delle eccellenze della gastronomia e dell’agroalimentare italiano. Da venerdì primo marzo, infatti, le imprese del settore enogastronomico e dell’ospitalità alberghiera potranno partecipare al bando promosso dal Ministero dell'agricoltura, della sovranità alimentare e delle foreste per intercettare i 76 milioni di euro destinati all’acquisto di macchinari e attrezzature (56 milioni) e all’ingresso di giovani under 30 (20 milioni). Per entrambe le finalità è previsto un contributo a fondo perduto pari al 70% delle spese ammissibili, fino a un massimo di 30mila euro.

Leggi le notizie di ForlìToday su WhatsApp

Si tratta di un’opportunità molto attesa da parte delle oltre 2.800 attività del settore presenti in provincia di Forlì-Cesena, alla costante ricerca di personale che nel 50% dei casi fatica a trovare (dati Camera di Commercio della Romagna, febbraio 2024) o interessate all’acquisto di beni strumentali per potenziare o riqualificare la propria proposta. Per assistere le imprese nella presentazione delle domande di contributi, che dovranno essere inviate tramite la piattaforma informatica Invitalia, è a disposizione l’Ufficio Bandi di Cna Forlì-Cesena.

“Negli ultimi anni, fatta eccezione per i ristori legati al periodo pandemico, il mondo della ristorazione non ha potuto beneficiare di grandi aiuti - sottolinea Roberta Ricci, responsabile dell’Ufficio Bandi Cna Forlì-Cesena - considerata la vasta platea di potenziali beneficiari a livello nazionale e, allo stesso tempo, la percentuale di copertura a fondo perduto, è ipotizzabile che le risorse disponibili andranno esaurite in breve tempo. Per questo presentare domanda fin da subito e farlo nel modo adeguato è fondamentale per massimizzare le possibilità di intercettare i fondi a disposizione”.

In entrambi i casi per poter accedere ai contributi previsti le attività di ristorazione con somministrazione devono risultare iscritte nel Registro delle imprese da almeno dieci anni alla data di pubblicazione del Decreto ministeriale 4 luglio 2022 o, in alternativa, aver acquistato nei dodici mesi precedenti tale data prodotti certificati DOP, Igp, Sqnpi, Sqnz e prodotti biologici per almeno il 25% del totale. Quest’ultima percentuale scende al 5% per le gelaterie e le pasticcerie. Per conoscere i dettagli del bando e ricevere assistenza nella presentazione delle domande è possibile contattare l’Ufficio Bandi di Cna Forlì-Cesena (telefoni 0543770335, 0543770340 e 0543770319).

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fondi ministeriali per il settore enogastronomico e dell’ospitalità: al via le domande

ForlìToday è in caricamento