Economia

Fondo per lo sviluppo: 7milioni di finanziamenti ottenuti per 39 imprese del territorio

Era il 3 marzo scorso quando la Fondazione Cassa dei Risparmi di Forlì, la Camera di Commercio e il Comune di Forlì hanno firmato un accordo per il cofinanziamento di un “Fondo di controgaranzia” destinato a favorire l’accesso al credito

Era il 3 marzo scorso quando la Fondazione Cassa dei Risparmi di Forlì, la Camera di Commercio e il Comune di Forlì hanno firmato un accordo per il cofinanziamento di un “Fondo di controgaranzia” destinato a favorire l’accesso al credito di un maggior numero di imprese, in un contesto di particolare difficoltà in cui le Banche chiedono maggiori garanzie e il sistema dei Confidi è già fortemente impegnato con i propri patrimoni nel sostegno al credito.

Ad oggi, attraverso l’impegno di 229.206,00 euro, si è fatto fronte a 39 domande, espresse da altrettante imprese, per un totale complessivo di circa 7 milioni di euro di finanziamenti concessi. Il 44% di queste operazioni è relativa a liquidità e gestione del circolante, il 17% a prestiti a medio/lungo termine finalizzati a investimenti, il 21% a consolidamenti e coperture a medio/lungo termine di fabbisogni della gestione aziendale e il 18% a operazioni di firma. Considerato il meccanismo di controgaranzia individuato, l’effetto potenziale finale che si conta di poter attivare è previsto tra i 25 e i 40 milioni di euro di nuovi possibili prestiti per le imprese del Territorio.

IL FONDO - Fondo di 1 milione 300mila euro, destinato alla riassicurazione delle imprese localizzate nei 15 comuni del Comprensorio Forlivese e nei Comuni di Bagno di Romagna e Verghereto del Comprensorio Cesenate, con la gestione amministrativa e finanziaria della Camera di Commercio e la supervisione dei partner promotori, gestione che prevede una procedura telematica, snella e rapida. Il Fondo ha una durata di 5 anni, con ulteriore prosecuzione per le sole operazioni avviate nel periodo e fino alla scadenza dell’intervento garantito. Al fine di massimizzare l’impiego delle risorse, il Fondo prevede un effetto moltiplicatore 1:5 ed è rotativo, nel senso che permettere il riutilizzo su nuovi prestiti delle risorse rientrate in circolo da finanziamenti andati a buon fine e conclusi entro la scadenza. La controgaranzia copre operazioni sia a medio/lungo termine, sia a breve per esigenze di liquidità, sia crediti di firma, permettendo, in questo modo, di supportare i fabbisogni delle imprese che investono e si impegnano in programmi di sviluppo o di patrimonializzazione o che necessitano di copertura finanziaria per il capitale circolante.

A fronte di questi primi incoraggianti risultati, è stata espressa dai tre Enti promotori viva soddisfazione, perché con questa iniziativa si è dimostrata “capacità di ascolto”, fornendo risposte concrete e tempestive alle istanze espresse dalle Imprese, dalle Associazioni di Categoria e dalle organizzazioni sindacali del Territorio. Il fatto poi che la procedura e i vari passaggi che la strutturano viaggino telematicamente, rende l’operatività del Fondo particolarmente snella e rapida e quindi decisamente gradita agli imprenditori ed alle stesse Banche. Fra le numerose iniziative che hanno goduto dei benefici del Fondo per lo Sviluppo la S.I.R. srl, la new company che ha permesso di avviare a soluzione la crisi del gruppo Acis – Vis Mobility di Santa Sofia, una crisi che aveva fatto trepidare tante famiglie nella Valle del Bidente.

La modulistica e i regolamenti di funzionamento del Fondo per lo Sviluppo sono scaricabili dal sito internet della Camera di Commercio all’indirizzo: https://www.fc.camcom.it/promozione/documento.htm?ID_D=4737
Info: U.O. Promozione Interna – Camera di Commercio di Forlì-Cesena – ufficio.promozione@fc.camcom.it - tel 0543 713446-491-489.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fondo per lo sviluppo: 7milioni di finanziamenti ottenuti per 39 imprese del territorio

ForlìToday è in caricamento