rotate-mobile
Sabato, 20 Agosto 2022
Economia

Nasce For.b dall'unione di due cooperative sociali: 120 dipendenti e 5 milioni di fatturato

Attraverso il modello di impresa sociale, For.B si presenta oggi sul mercato, pubblico e privato, con una struttura organizzativa di medie dimensioni e un'accresciuta capacità finanziaria

Dalla fusione di due storiche realtà, Co.For.Pol, che opera sul territorio da più di 35 anni, ed Ecosphera, da 22 anni, è nata For.B, che diventa la più grande cooperativa di inserimento lavorativo del comprensorio forlivese. Attraverso il modello di impresa sociale, For.B si presenta oggi sul mercato, pubblico e privato, con una struttura organizzativa di medie dimensioni e un’accresciuta capacità finanziaria. Obiettivo della fusione è la volontà di migliorare lo standard qualitativo dei servizi erogati e aprirsi sempre di più verso il settore privato. Oltre ai risparmi generati dalle normali economie di scala, il processo ha liberato nuova “energia innovativa” volta a trasformare il lavoro in ricchezza per il territorio.

La cooperativa opera nei settori di cura del verde, servizi ambientali (raccolta differenziata e porta-a-porta, pulizia stradale), gestione parcheggi, cimiteri e canile comprensoriale, disinfestazioni, pulizie e produzione di erbe officinali ed ortaggi biologici. For.B è una realtà con un fatturato di oltre 5 milioni di euro, circa 120 dipendenti, più del 50% sono persone con un disagio certificato, a fronte di un minimo legale del 30%, a cui si somma il contributo di altri 40 circa fra collaboratori, tirocini, stage e altre forme di inserimento sociale al lavoro.

La nuova cooperativa ha oggi i numeri e l’obiettivo di andare avanti a investire sul proprio territorio per contribuire a creare e ridistribuire ricchezza, sia in termini economici sia sotto forma di maggiore integrazione sociale. Un esempio: 2,5 milioni di euro è l’ammontare delle spese per il personale sostenute nell’ultimo anno, tutte persone che vivono e lavorano nel territorio forlivese. “Il lavoro per noi non è inteso come un mero costo di produzione – afferma il presidente Mauro Marconi - bensì è uno strumento di riscatto sociale e di emancipazione per ogni persona”. “L’elevata qualità delle prestazioni, che ha contraddistinto il passato e verrà mantenuta nel futuro, è il risultato di anni di esperienza sul campo degli operatori e di una profonda conoscenza dei propri compiti. Precisione e accuratezza sono cresciute anche grazie ai costanti investimenti - continua -. Le nuove tecnologie si sono rivelate fondamentali per ottimizzare e gestire i processi produttivi e adattarli a persone con ridotti livelli di autonomia: l’utilizzo di software, geolocalizzatori GPS e sistemi sempre più automatizzati hanno reso accessibile anche a soggetti con scarse abilità residue l’esecuzione di mansioni complesse”.

Il “cuore” di For.B sono le persone ed il loro lavoro. “Per promuovere integrazione sociale e sviluppo sostenibile ogni talento deve essere valorizzato – dichiara la vicepresidente, Giuliana Giuliani -. Perché la qualità del tessuto sociale passa in primis dalla capacità di valorizzarne le risorse umane e distribuirne la ricchezza. Anche per questo le attività di For.B sono pensate per generare un “doppio prodotto”: fornire un servizio di qualità, e al contempo ridurre il costo per la collettività relativo all’assistenza di persone con uno svantaggio sociale”.

For.b è un nuovo interlocutore, più completo e strutturato, a disposizione di cittadini e aziende con servizi ideati e realizzati rispettando due principi fondamentali: sostenibilità sociale e ambientale, valorizzazione del proprio territorio.  Il sindaco Davide Drei sottolinea come proprio il forlivese sia la “culla del modello di cooperative sociale di inserimento lavorativo e come questo modello raggruppi alvei di cooperazione diversi, raggruppando le vecchie cooperative rosse e bianche”. Soddisfatta anche  Maurizia Squarzi, presidente del Consorzio di Solidarietà sociale di Forlì, al quale For.b aderisce. 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nasce For.b dall'unione di due cooperative sociali: 120 dipendenti e 5 milioni di fatturato

ForlìToday è in caricamento