menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Il fornaio diventa automatico. Dal benzinaio si compra il pane fresco

Si fa benzina e si compra il pane: è partita da 5 mesi l'iniziativa dei distributori automatici di pane gestiti da una forlivese residente a Ravenna, Maudia Cimatti, 39 anni

Si fa benzina e si compra il pane: è partita da 5 mesi l'iniziativa dei distributori automatici di pane gestiti da una forlivese residente a Ravenna, Maudia Cimatti, 39 anni. Due per ogni città: a Forlì nell'area dei distributori Agip di via Bertini e viale Roma e a Ravenna, in quelli di via Faentina e via Ravegnana. “In realtà lavoro in un settore completamente diverso, quello delle telecomunicazioni, ma io e mio marito siamo sempre alla ricerca di novità, così abbiamo trovato l'idea su internet”.

Per ora i quantitativi non sono alti: 50 kg di pane al mese venduti a Forlì e 40 a Ravenna, “ma siamo all'inizio e vogliamo migliorare”.  La qualità del pane è ottima ed il prodotto è sempre fresco, “a Forlì siamo riforniti dal Panificio Baravelli e a Ravenna dal Forno I Nonni. Tutto è a norma di legge”. Ogni mattina il fornaio arriva intorno alle 6/6.30, scarica il pane rimasto il giorno precedente e carica quello fresco, panini all'olio da 50 grammi al costo di 20 centesimi. Si inserisce il denaro, si seleziona la quantità ed il pane fresco è servito dentro il sacchetto del fornaio.

“Abbiamo acquistato i distributori di pane, siamo piccoli imprenditori. Io e mio marito abbiamo trovato questa idea in rete, abbiamo contattato la ditta che produce le macchine ed è partito l'esperimento. Sta andando meglio su Forlì, su Ravenna stiamo valutando di cambiare la posizione. Abbiamo fatto un po' di pubblicità tramite volantinaggio”. Poi si fanno i conti con il fornaio e si divide la percentuale sul venduto.  


 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ForlìToday è in caricamento