menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Gelate e vento, Mazzoni (Confagricoltura): "Settore frutta gravemente compromesso"

A sottolineare la situazione drammatica, soprattutto nella zona forlivese è Alberto Mazzoni, vicepresidente di Confagricoltura di Forlì-Cesena e di Rimini

Alla situazione di emergenza sanitaria nazionale ed internazionale si è aggiunta in questi giorni una seconda emergenza, quella del gelo e del vento forte. A sottolineare la situazione drammatica, soprattutto nella zona forlivese è Alberto Mazzoni, vicepresidente di Confagricoltura di Forlì-Cesena e di Rimini. "Purtroppo le gelate di queste ultime ore sono state distruttive per molti di noi. Il settore frutta, soprattutto nel forlivese, è gravemente compromesso - osserva -. Chi si era assicurato contro eventi climatici catastrofali ha visto in parte salva la stagione, ma per chi non l’ha fatto, non certo per quanto stiamo vivendo con il coronavirus, come qualcuno va dicendo, ma perché le polizze sono spesso molto alte e gli imprenditori fanno valutazioni aziendali, questi sono stati giorni davvero drammatici”.

Prosegue Mazzoni, che è anche vicepresidente di Condifesa Romagna: "E’ importante assicurarsi, ma occorre rivedere e semplificare il calcolo delle rese, cioè della produzione assicurabile e i termini dell’incentivo, altrimenti molti agricoltori sono scoraggiati a farlo". Le situazioni peggiori si registrano per il comparto della frutta. "Nonostante sia ancora presto per fare stime esatte sui danni, possiamo ipotizzare che albicocche e susine siano compromesse per l’80%, la Nettarina per il 65% e il Kiwi, soprattutto quello giallo, quest’anno rischia di non arrivare sui banchi di mercati e supermercati. Si tratta davvero di un’annata molto delicata per la frutta, che segue almeno tre annate molto difficili. Lo è climaticamente, ma anche per altri motivi, come la cimice asiatica e la questione dei prezzi. Occorre intervenire per rivedere integralmente il meccanismo delle assicurazioni agevolate in modo da poterle rendere accessibili, ma anche sui prezzi, per sostenere il settore in grave crisi".  

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ForlìToday è in caricamento