rotate-mobile
Economia

Gli imprenditori romagnoli all'assalto della Serbia: una giornata per conoscere le opportunità

Dopo i saluti iniziali di Antonio Nannini, Segretario Generale Camera di Commercio di Forlì-Cesena, seguiranno gli interventi di Federico Rubini, Project Manager Roncucci & Partners e di Andrea Troiano, Professional UniCredit International Center

La Serbia è uno dei principali mercati di riferimento per l'area della ex Jugoslavia e dei Balcani, con grandi tradizioni industriali e la caratteristica di fungere da mercato ponte verso le aree della Russia e della Turchia, che godono nei confronti di questo Paese di accordi di libero scambio. Per questo motivo la Camera di Commercio di Forlì-Cesena, in collaborazione con UniCredit spa, organizza una “Giornata Paese Serbia”, gratuita e aperta a tutti, che si terrà mercoledì a partire dalle ore 9,45 nella sede Camerale a Forlì, Corso della Repubblica 5 (Sala Grigia – 4°piano).

Dopo i saluti iniziali di Antonio Nannini, Segretario Generale Camera di Commercio di Forlì-Cesena, seguiranno gli interventi di Federico Rubini, Project Manager Roncucci & Partners e di Andrea Troiano, Professional UniCredit International Center, che illustreranno le principali opportunità di business in Serbia; a seguito della presentazione i relatori incontreranno individualmente le imprese che ne faranno richiesta. Per partecipare è necessario compilare la scheda di adesione, disponibile nel sito camerale www.fc.camcom.gov.it, area internazionalizzazione, ed inviarla all'U.O. Internazionalizzazione via fax 0543/713544 o e-mail:ufficio.estero@fc.camcom.it . Le agende degli incontri individuali verranno redatte in base all'ordine di arrivo delle adesioni e saranno comunicate il giorno precedente gli incontri.

L’iniziativa è interessante in quanto l'Italia, nel primo semestre 2013, si è piazzata al primo posto tra i fornitori della Serbia (+128%), superando la Germania, mentre è in seconda posizione come acquirente. Significative opportunità potranno dunque essere veicolate per le aziende del comparto agroindustriale, della meccanica allargata, dell'alimentare, delle tecnologie ambientali. L'economia reale serba nel primo semestre del 2013 è cresciuta del 2,19%, secondo dati ICE. Come è noto la Serbia è Paese candidato all'adesione all'Unione Europea dal marzo 2012 e beneficia di circa 200 milioni di Euro all'anno di finanziamenti comunitari, tra cui quelli per la cooperazione territoriale previsti dai fondi IPA, cui partecipa anche il nostro Paese.

“L’iniziativa rientra tra le azioni che la Camera svolge a favore delle imprese che intendono aprirsi a nuovi mercati – dichiara Alberto Zambianchi, Presidente della Camera di Commercio di Forlì-Cesena – Pur in un momento così difficile per la Serbia, riteniamo che le risorse e le potenzialità di questa Nazione siano tali  da garantire una ripresa che consenta alle imprese utili e significativi contatti nella direzione di una collaborazione commerciale attiva e proficua. La Camera continuerà a sostenere l’internazionalizzazione delle imprese del territorio, mettendo a disposizione la sua struttura per agevolare relazioni e business”. “Con la partecipazione a questo Forum – spiega Andrea Troiano, Professional UniCredit International Center - intendiamo confermare l’impegno del nostro Gruppo nel processo di internazionalizzazione delle imprese, tanto più verso economie che si stanno dimostrando vivaci e dinamiche. Il nostro obiettivo è aprire una “finestra” su un Paese che ha potenzialità di sbocco dei nostri prodotti più qualificati: un mercato interessante e molto attrattivo per le nostre imprese. Un mercato che il nostro Gruppo conosce e nel quale opera attraverso UniCredit Bank Serbia, il quarto istituto sul mercato bancario serbo, con 70 filiali”.

La Giornata Paese Serbia è una delle fasi in cui si articola il progetto che comprende anche un Servizio di Assistenza Specialistica dedicato alle imprese interessate al mercato e per il quale la Camera di commercio coprirà la maggior parte dei costi, pur essendo prevista a carico dell'azienda una co-partecipazione di 1.500,00 euro. Questo servizio sarà garantito per 2 imprese della provincia selezionate tra chi ne farà richiesta alla Camera di Commercio di Forlì-Cesena.

Alcuni dati relativi all’import/export con la Serbia: il valore dell’export, riferito al 4° trimestre 2013, della provincia di Forlì-Cesena verso la Serbia è in aumento del 2,5%, rispetto ad analogo periodo 2012.  I dati evidenziano euro 7.563.217 per l’export, con un’incidenza dello 0,3% sul totale export provinciale; rispetto al 4° trimestre 2005 il dato è in crescita del +129,6%. La parte più consistente delle esportazioni è rappresentata principalmente dal gruppo “Prodotti alimentari”, che costituisce il 22,3% del totale export; seguono “Apparecchiature elettriche e apparecchiature per uso domestico non elettriche” (sono il 15,2% dell’export). L’import registra nel 4° trimestre 2013 un valore assoluto pari a 1.680.254 euro e la variazione rispetto ad analogo periodo 2012 è negativa, pari a – 63,5%.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Gli imprenditori romagnoli all'assalto della Serbia: una giornata per conoscere le opportunità

ForlìToday è in caricamento