I Borghi Autentici forlivesi "al mare" tra turismo lento e sana alimentazione

Per consolidare la collaborazione tra la riviera ravennate ed il nostro territorio, l’appuntamento sarà anche occasione per far conoscere "Borghi: Destinazioni turistiche per il commercio locale e i piccoli negozi"

"Vorremmo viaggiare, ma ancora non si può. Vorremmo abbracciare le persone amiche, ma ancora non si può. Vorremmo progettare il futuro: si può, ri-mettendo in circolo tutta la nostra energia". Le parole di Fausto Faggioli, attuatore di Happy Bio 2020, introducono gli obiettivi di questo progetto che, frutto della collaborazione tra Confcommercio Ravenna e Camera di Commercio di Ravenna, Comune di Ravenna, Stabilimenti Balneari della costa romagnola e Fattorie Faggioli di Cusercoli, vuole raccontare di una sana alimentazione con una nuova formula, per raccordare al polo costiero romagnolo un’offerta in cui "la vacanza" diventa occasione di promozione dell’intero territorio, assumendo come elemento centrale strategico la sana alimentazione bio. Per allinearsi alle linee guida Covid-19, la nuova formula di Happy Bio 2020 è una stuzzicante “frutta box” offerta agli ospiti con tanta frutta da coltivazione biologica. 

Per consolidare la collaborazione tra la riviera ravennate ed il nostro territorio, l’appuntamento sarà anche occasione per far conoscere "Borghi: Destinazioni turistiche per il commercio locale e i piccoli negozi", un progetto di valorizzazione territoriale promosso da Cat Ascom Servizi srl di Confcommercio Forlì con il contributo della Regione Emilia-Romagna che ha l’obiettivo di costruire una strategia finalizzata a far diventare i Borghi delle destinazioni turistiche, facendo leva sul sistema delle risorse locali, materiali e immateriali, compreso il patrimonio umano e identitario. "Nel viaggiare lento - sottolinea Alberto Zattini, direttore di Confcommercio Forlì - il grande potenziale offerto dalla straordinaria ricchezza e varietà di attività legate alla gastronomia e alla bellezza dei Borghi Autentici delle valli forlivesi ha nuove declinazioni tra cultura, natura, gastronomia e i Borghi si uniscono in una offerta green, smart e slow. Verde intelligente e lenta".

"Su questa linea - continua Zattini - Confcommercio, Cat Ascom e gli imprenditori sono al mare, sotto l’ombrellone dei bagnati, per valorizzare e promuovere i Borghi Autentici dell’area forlivese caratterizzati da peculiarità na turalistico-ambientali quali le arre del parco, le aree protette, la presenza di corsi fluviali e potendo sfruttare quest’anno, a causa del covid, l’apertura straordinaria della Grande Mostra del San Domenico fino al 31 ottobre". A Punta Marina Terme (Ravenna), mercoledì alle 17, si terrà l’incontro al Bagno Perla (Lung. C. Colombo, 35) per documentare come questo progetto, nonostante la difficile estate, anche quest’anno non abbia fatto mancare il suo messaggio ai turisti della costa ravennate attraverso gli appuntamenti negli Stabilimenti balneari aderenti al progetto. 

Saranno presenti all’incontro: Giacomo Costantini, assessore al Turismo Comune di Ravenna; Chiara Astolfi, direttore di Destinazione Romagna e Zattini, direttore Confcommercio Forlì In collegamento on line, Andrea Corsini, assessore al Turismo, Regione Emilia-Romagna; Hiroko Kudo, professore ordinario Chuo University, Tokyo; e Patrizia Passanti, componente del Comitato di presidenza Confcommercio Ravenna. Saranno inoltre presenti imprenditori, il gruppo ITS “Marketing 4.0” e rappresentanti dei mass media.

Il turismo esperienziale è tema portante anche del progetto “Il Turismo esperienziale nella Destinazione Ospitale Ravennate”, promosso da Soc. CAT srl di Confcommercio Ravenna, con il contributo della Regione Emilia-Romagna. Un nuovo modo di intendere la destinazione del viaggio, secondo cui il turista vuole vivere “come la gente del posto”, facendo esperienze autentiche e vere. Dove, per “esperienza”, si intende quella leva che oggi motiva le persone ad intraprendere un viaggio e a scegliere una determinata meta al posto di un’altra. Dove, per esperienza, si intende quella serie di emozioni e di azioni che rendono indimenticabile un viaggio o una vacanza.

Si parla quindi di un Turismo esperienziale del territorio ravennate e forlivese,  in grado di far interagire fra loro imprenditori, territori e Comunità locali, pienamente condiviso dal gruppo di partecipanti al Corso Its Turismo e Benessere “Tecnico superiore esperto di marketing 4.0 per lo sviluppo turistico dei territori". "I corsisti - conclude Michele Locatelli, direttore Its - attraverso la formazione on line e lo smart working hanno avuto la possibilità di vivere questi progetti prima “virtualmente”, oggi negli appuntamenti Happy Bio sulla costa, in prima persona. Suggerimenti, intuizioni, proposte, infinite le possibilità che la “rete” ha offerto e offre in questo periodo Covid-19 per permettere che il “virtuale” si trasformi in “reale” coinvolgimento.” 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, l'Emilia Romagna resta "arancione". In arrivo ordinanza più soft: riaprono i negozi nei festivi

  • Attaccato dai cinghiali che aveva "adottato": il 65enne non ce l'ha fatta

  • Porta loro da mangiare, viene aggredito dai cinghiali che aveva "adottato": trasportato d'urgenza al Bufalini

  • Muoiono in un incidente aereo quattro giorni dopo le nozze, lutto per un ex assessore

  • Meteo, dicembre debutterà col freddo e la neve: fiocchi in arrivo a bassa quota

  • Perde il controllo dell'auto e si ribalta: nuovo incidente sulla "Bidentina" - LE FOTO

Torna su
ForlìToday è in caricamento