I lavori più richiesti dopo l'estate, e le figure più difficili da trovare per le imprese

Occupazione in Romagna, le imprese di Forlì-Cesena hanno programmato 7.320 entrate nel periodo agosto-ottobre

Dopo il periodo estivo torna a prevalere la previsione di entrate nel mondo del lavoro nel territorio provinciale di Forlì-Cesena rispetto a quello di Rimini (7.320 contro 6.680) con un 21,8% di imprese che prevedono entrate per il primo e un 19,2% per il secondo. Entrambi i valori sono al di sotto di quello regionale 23,2%, mentre sul valore nazione del 21,2%, Forlì-Cesena risulta leggermente superiore e Rimini ampiamente inferiore, probabilmente per la fine della stagione estiva.

I settori che nel trimestre prevedono maggiori entrate sono: Turismo per Forlì-Cesena (24,8%), per Rimini Altri servizi (22,1%). Per entrambi i territori sono le imprese più grandi (250 dipendenti e oltre) a programmare le maggiori entrate (84,8% per Forlì-Cesena e 85% per Rimini).
Le professioni più richieste nel trimestre sono: Addetto ai servizi di pulizia per la provincia di Forlì-Cesena e Cameriere di sala per la provincia di Rimini.

Analizzando il mese di agosto le imprese indagate del settore industriale, del commercio e dei servizi registrano 1.600 fabbisogni professionali sia a Forlì-Cesena che a Rimini, numeri consistenti in ambito regionale pari al 14,6% del flusso (luglio 17,6%, giugno 24,2%); in Italia gli ingressi programmati sono circa 248.000 e l’Emilia-Romagna per la mensilità corrente pesa per il 8,8%.

Le difficoltà di reperimento delle figure ricercate dalle imprese riguardano un caso su tre a prescindere dalle età, in linea col dato nazionale; più difficili da reperire per il mese di agosto sono i profili di Operai nelle attività metalmeccaniche richiesti in altri settori con il 57% delle richieste a Forlì-Cesena e 65,4% della domanda a Rimini.

Gli impieghi proposti sono prevalentemente alle dipendenze (91% dei casi a Rimini e 86% a Forlì-Cesena) in prevalenza a termine (94% Rimini e 73% per Forlì-Cesena e di quelli alle dipendenze 77% e 61%).

La richiesta di laureati riguarda solo l’8% delle entrate sia a Forlì-Cesena che a Rimini (11% il dato in Italia); le richieste di profili high skills, di dirigenti - specialisti e tecnici, sono pari al 16% a Rimini e 12% per Forlì-Cesena, quando in media nazionale incidono per il 17%.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • L'auto sbanda e invade la corsia opposta: lo schianto è inevitabile, muore un uomo di 59 anni

  • Tragedia sulla Cervese alle prime luci del mattino, c'è un morto: chiusa al traffico la strada

  • Saette, tuoni e brusco calo delle temperature. E c'è una nuova allerta temporali

  • Prima sfuriata temporalesca nel Forlivese, venti oltre i 70 km/h: crollano diversi alberi

  • Saetta colpisce e incendia un'insegna pubblicitaria sulla Cervese

  • Attesi altri temporali, l'allerta meteo comunicata al telefono: "Ridurre gli spostamenti"

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ForlìToday è in caricamento