rotate-mobile
Venerdì, 20 Maggio 2022
Caro energia

Il caro energia avrà un forte impatto: "Riduzione dei guadagni per il 77,5% delle imprese"

Indagine di Cna: il 95% delle imprese ritiene che il caro-bollette avrà un forte impatto sulla propria attività

I rincari energetici continuano a correre per le imprese con le stime per il primo trimestre dell’anno che indicano un aumento del 112% rispetto allo stesso periodo del 2019. Per fare il punto sull’impennata dei prezzi che si è abbattuta come uno tsunami sul sistema economico italiano, comprenderne le cause e individuare azioni e percorsi concreti a tutela delle piccole-medie imprese, Cna Forlì-Cesena organizza il webinar gratuito “Caro energia: cosa sta accadendo, soluzioni e scenari futuri” in programma venerdì alle 18.30.

Da un’indagine realizzata dal Centro Studi della Cna in circa 2.500 imprese, un campione rappresentativo della realtà produttiva dell’artigianato e della piccola impresa, emerge che il 95% delle imprese ritiene che il caro-bollette avrà un forte impatto sulla propria attività. Se per le imprese del comparto costruzioni l’importo della bolletta è aumentato del 33,1% tra il 2019 e il 2021, i rincari energetici hanno colpito anche il settore dei trasporti (+31,9%), la manifattura (+29,9%), il commercio (+21,4%), la filiera del turismo (+18,6%) e gli altri servizi (+23,3%).

"L’impennata dei costi energetici provocherà una riduzione dei guadagni per il 77,5% del campione - afferma Lorenzo Zanotti, presidente di Cna Forlì-Cesena, che introdurrà il webinar -, mentre il 10,6% dovrà ridurre la produzione e il 6,8%, pari a 200mila imprese, prospetta il fermo dell’attività con punte del 24% nel settore del turismo. Se per fronteggiare il caro-energia il 43,6% delle imprese intende ridurre altre voci di spesa, il 42% pensa ad aggiornare con maggiore frequenza i listini e il 37% rinvierà investimenti programmati, solo una quota minore ridurrà l’organico o il monte retribuzioni. È più che mai urgente quindi mettere in campo interventi strutturali e straordinari per dare ossigeno alle imprese più piccole, che in virtù di una bolletta mal strutturata sopportano il 49% del gettito complessivo derivante dagli oneri di sistema, pari a 4,7 miliardi l’anno, e pagano l’energia quattro volte di più rispetto a un’impresa di grandi dimensioni”.

Per contribuire a far luce sulla situazione attuale e tracciare possibili soluzioni concrete per il mondo delle piccole e medie imprese interverranno all’incontro Michele Mottola, head of trading di Electrade, Enrico Villa e Ivan Lion, rispettivamente senior consultant e amministratore delegato di Ali Energia, azienda partner di Cna per il Progetto Energia, che dialogheranno con Matteo Zanchini, responsabile Installazione Impianti Cna Forlì-Cesena e i referenti territoriali del Progetto Energia Michele Bertelli (Cesena Valle Savio), Marco Boscherini (Forlì città), Alberto Montanari (Colline forlivesi) e Stefano Rossi (Est Romagna). Il webinar è gratuito previa iscrizione sul sito www.cnafc.it; è possibile partecipare sia collegandosi da pc che da smartphone. Per maggiori informazioni sul webinar è possibile contattare Fatima Elghazioui (tel 0543 770314; redazione@cnafc.it).

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il caro energia avrà un forte impatto: "Riduzione dei guadagni per il 77,5% delle imprese"

ForlìToday è in caricamento