Il coronavirus spinge alla digitalizzazione: le imprese sono sempre più smart

"La crescita - spiegano i vertici di Confartigianato Forlì - è confermata anche dai dati Istat del trimestre marzo-maggio"

"Nel corso degli ultimi anni, la diffusione delle tecnologie digitali ha accresciuto le opportunità di scelta tra beni e servizi per il consumatore. La digitalizzazione dei processi produttivi ha modificato gli scambi tra imprese e il crescente accesso alla Rete dei cittadini ha favorito l’utilizzo dell’e-commerce. Un processo che la crisi da coronavirus, con le conseguenti limitazioni sul lato dell’offerta e la domanda, ha incrementato, con intensità straordinaria, provocando il boom degli acquisti on line". Il nuovo report di Confartigianato indaga il rapporto fra micro e piccola impresa e il digitale, mettendo in luce l’effetto trainante che il lockdown ha avuto per la diffusione delle nuove tecnologie.

"La crescita - spiegano i vertici di Confartigianato Forlì - è confermata anche dai dati Istat del trimestre marzo-maggio, che attestano l’incremento del commercio elettronico, le cui vendite ai consumatori finali sono salite del 31,2% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente, in valore assoluto pari a 1.937 milioni di euro nei tre mesi considerati. Il forte sviluppo di questo canale di vendita è particolarmente significativo nel difficile contesto del secondo trimestre 2020, il periodo più buio della crisi Covid-19, in cui il PIL in Italia, secondo le previsioni della Commissione europea, crolla del 15,8% rispetto al primo trimestre dell’anno. È cambiata anche la tipologia degli acquisti: nel 2019 i prodotti maggiormente richiesti on line erano abiti e articoli sportivi, con una quota di acquirenti pari al 43,8% del totale degli e-shoppers; seguiti da articoli per la casa con il 38,7%, libri ed e-book con il 25%, attrezzature elettroniche con il 21,7% e solo il 12,9% di prodotti alimentari. Durante la fase di lockdown, invece i prodotti alimentari sono stati tra quelli più ricercati".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Proprio nel corso dell’emergenza sanitaria le micro e piccole imprese hanno significativamente aumentato l'uso del canale digitale per relazionarsi con clienti e fornitori. Secondo l’ultima indagine, condotta a giugno, il 56,7% delle imprese intervistate ha implementato l’utilizzo di una o più tecnologie digitali, tra le quali sito web, social network, piattaforme di videoconferenze, formazione on-line ed e-commerce. In particolare, il 71,5% di queste imprese ha spinto sull’utilizzo di uno o più strumenti digitali, il 36,2% ne ha ampliato le funzionalità e il 29,6% ha introdotto uno o più strumenti digitali, non presenti in azienda prima della crisi da Covid-19.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Da Forlì parte la ribellione delle palestre: "Se imporranno la chiusura, non chiuderemo"

  • Coronavirus, ecco il nuovo dpcm punto per punto: ristoranti chiusi alle 18. Stop per palestre, cinema e teatri

  • Coronavirus, due insegnanti e tre studenti infettati: classe dell'asilo in quarantena

  • Meldola in lutto per la scomparsa di Stefanino, il sindaco: "Una figura speciale per tutti"

  • Travolto all'uscita della scuola: bimbo trasportato d'urgenza al Bufalini

  • Non paga i debiti della propria azienda: l’imprenditore creditore assolda i killer per ucciderlo

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ForlìToday è in caricamento