menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Il ministro Trigilia a Forlì: "Città siano motori di sviluppo"

Il ministro per la Coesione territoriale Carlo Trigilia ha partecipato sabato mattina al seminario organizzato dalla Fondazione Cassa dei Risparmi di Forlì sul ruolo delle città nella programmazione del nuovo ciclo di fondi europei 2014-2020

Il ministro per la Coesione territoriale Carlo Trigilia ha partecipato sabato mattina al seminario organizzato dalla Fondazione Cassa dei Risparmi di Forlì sul ruolo delle città nella programmazione del nuovo ciclo di fondi europei 2014-2020. "Occorre investire di più nelle città - ha detto il ministro - e per questo l'agenda urbana e' molto presente nella programmazione del nuovo ciclo dei fondi strutturali europei che puntano sulle comunità urbane come motori di sviluppo".

Intanto un programma operativo nazionale riguarderà le principali aree metropolitane, "un programma sperimentale nel quale investiremo". Inoltre si sta mettendo a fuoco anche come intervenire sulle reti delle piccole e medie città: "dei 60 miliardi circa previsti dal nuovo ciclo, almeno il 30% passa da politiche per la città", ha detto ancora Trigilia: "non si tratta solo di guardare al potenziale finanziario, ma a come riusciremo a spendere al meglio tali risorse in politiche efficaci per le città. Insomma, il problema e' la qualità della spesa".

Per questo motivo i fondi saranno concentrati su pochi obiettivi, evitando la dispersione in mille rivoli. Tra questi: l'energia, la costruzione delle città intelligenti, le cosiddette Smart cities e communities, la digitalizzazione, il miglioramento dei sevizi, la valorizzazione dei beni culturali. ''Si tratta cioè di creare città più capaci di favorire un ambiente più favorevole all'innovazione".

n ogni caso - ha concluso il ministro - "bisogna tenere presente che non a tutti saranno date queste risorse, ma a chi dimostrerà una buona progettazione, che passa attraverso la cooperazione fra soggetti privati e soggetti pubblici, essenziale per fare un salto di qualità nell'utilizzazione dei fondi europei".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Salute

Troppo stress nel lavorare da casa: il burnout da smart working

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ForlìToday è in caricamento