Economia

"Impresa in Azione", gli studenti alle competizioni regionali con le loro 6 mini-imprese

“Complimenti agli studenti, agli insegnanti, a tutte le scuole coinvolte ed a chi ha permesso lo sviluppo di questa iniziativa" commenta Roberto Albonetti, Segretario Generale della Camera di commercio della Romagna

Sono 30 gli studenti di Licei, Istituti tecnici e professionali delle province di Rimini  e Forlì-Cesena che venerdì partecipano alla competizione regionale online del progetto Impresa in Azione, in rappresentanza dei compagni delle 6 classi, per un totale di 110. Focus di questa edizione sono state le materie Steam, acronimo che comprende oltre a Scienza, Tecnologia e Matematica anche la A di Arts, e la Sostenibilità. "Complimenti agli studenti, agli insegnanti, a tutte le scuole coinvolte ed a chi ha permesso lo sviluppo di questa iniziativa – commenta Roberto Albonetti, segretario generale della Camera di commercio della Romagna -. Connettere le competenze della conoscenza con il saper fare è uno dei modi più interessanti e concreti per affrontare tutte le sfide del prossimo futuro, per ognuno di noi e per i nostri territori di riferimento. Se poi queste modalità si caratterizzano ancora di più nell'innovazione e nella capacità di dare risposte a domande in gran parte inevase, perché nuove e non conosciute in epoca pre covid, allora la strada è proprio quella giusta. L'auspicio e che iniziative come questa siano sempre più numerose e che sempre più scuole aderiscano con entusiasmo e partecipazione. Come Camera della Romagna non potremmo che valutarne positivamente l'esito ed assicurare la massima collaborazione possibile, il futuro passa anche da qui”.

Gli interessanti progetti e relativi prodotti e servizi sono il frutto del lavoro di un anno scolastico, ideati lavorando in team dopo aver dato vita a una vera e propria mini-impresa; sono visionabili pubblicamente nelle pagine vetrina della Piattaforma di Junior Achievement e sono stati mostrati a livello locale il 13 maggio durante le ‘Audizioni Romagna’; gli Esperti Lisa Rambaldi di Primo Miglio, Matteo Casadio di Unioncamere Emilia-Romagna e Maria Giovanna Briganti della Camera della Romagna hanno commentato i Pitch di 3 minuti restituendo ai ragazzi importanti consigli per affinare ulteriormente le loro presentazioni. I vincitori delle competizioni regionali si ritroveranno alla finale nazionale BIZ Factory, innovativa fiera virtuale del 3 giugno, durante la quale saranno nominati anche il ‘Teacher of the Year’ e consegnati i Premi per i progetti ‘Intelligenza Artificiale’ per i quali il territorio romagnolo concorre.

Il progetto è riconosciuto dal Ministero dell’Istruzione come “Percorso per le competenze trasversali e per l’orientamento (Pcto)” e dalla Commissione Europea come “la più efficace strategia di lungo periodo per la crescita e l'occupabilità dei giovani”, in 18 anni ha coinvolto oltre 115 mila studenti italiani, 400 mila all'anno in tutta Europa. In Emilia-Romagna è realizzato in diverse province, grazie al sostegno sul territorio delle Camere di commercio regionali tra le quali anche la Camera della Romagna. È il terzo anno che la Camera contribuisce a realizzarlo sul territorio e per la seconda volta in prevalenza con didattica a distanza; la modalità ha garantito la realizzazione di Pcto comunque di qualità.

L’anno scolastico 2020/2021 ha visto anche la sperimentazione, per la prima volta sul territorio, nell’ambito degli istituti secondari di primo grado, di "Crescere, che impresa!", con la professoressa Valentina Mase dell’Istituto Franchini di Santarcangelo con i 23 ragazzi della classe IIa F, che commenta: “Il percorso ha previsto 2 moduli di 3 incontri a distanza con la volontaria di JA (Intel) Silvia Invernici. Durante il primo modulo gli alunni hanno riflettuto su se stessi, sulle proprie emozioni e sul concetto di felicità nella scelta del proprio futuro. Un gioco a quiz su famosi imprenditori e una nota blogger, ha dato loro la possibilità di riflettere su quanto sia importante credere in se stessi, nelle proprie passioni e nei propri interessi per realizzare il ‘proprio sogno’. Nel secondo modulo il test ‘Che colore sei’ ha dato la possibilità di capire che ciascuno ha dentro di sé delle particolarità, che a seconda del momento e del vissuto personale, ci predispongono a un certo tipo di attività o di lavoro”. Le riflessioni sono prerequisito fondamentale per una scelta della scuola secondaria di secondo grado davvero consapevole e del successivo percorso professionale dei ragazzi.

Gli studenti - e i loro progetti - appartengono alle classi IV A, del Liceo statale Vincenzo Monti di Cesena, Liceo delle scienze umane indirizzo economico sociale, accompagnati dalla docente Elena fiumana e dal Dream Coach (manager d’azienda volontari) Luca Arcangeli, progetto Safe sweet dreams; IV D e III E dell’ISISS Einaudi-Molari di Rimini, indirizzi commerciale e grafico accompagnati dai docenti Luigi Aloia ed Enea Sorrentino, Dream Coach Gabriele Frisoni e Sergio Faralli, progetti Compleo e RomagnAmo, con l'apporto della classe IV G dell'istituto Pascal di Cesena per la realizzazione di un sito web; e IV G, IV I e IV A dell’Istituto tecnico tecnologico Belluzzi – Da Vinci di Rimini, indirizzi informatica e telecomunicazioni e chimica dei materiali e biotecnologie, accompagnati dai docenti Pamela Sanchini, Antonio Vallone, Amelia Parise, Dream Coach Federico Garcea e Nadia Pappano, progetti CAMcoCAMcounter, Red line corp, Soap-it.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Impresa in Azione", gli studenti alle competizioni regionali con le loro 6 mini-imprese

ForlìToday è in caricamento