Imprese metalmeccaniche, Stavale (Ugl): “Produzione in sicurezza e igienizzazione continua”

"Da sempre e non da oggi come Ugl abbiamo condotto una ferma battaglia per garantire nelle fabbriche la sicurezza sul lavoro", commenta in una nota il segretario regionale Emilia-Romagna di Ugl Metalmeccanici, Francesco Stavale

Nel giorno in cui Fca annuncia lo stop temporaneo di alcuni impianti in Italia per fronteggiare l'emergenza Coronavirus in tutta Italia, ed anche in Emilia-Romagna, nelle altre industrie, grandi e piccole, l'attività continua , pur in alcuni casi con la riduzione delle produzioni giornaliere e con un minor ricorso al personale specializzato. "Da sempre e non da oggi come Ugl abbiamo condotto una ferma battaglia per garantire nelle fabbriche la sicurezza sul lavoro - commenta in una nota il segretario regionale Emilia-Romagna di Ugl Metalmeccanici, Francesco Stavale -. Anche nel caso del Coronavirus, siamo stati il primo sindacato a mobilitarci, inviando a tappeto alle aziende richieste per l' adozione di misure per minimizzare il rischio contagio. Oggi, dopo gli ultimi decreti della presidenza del consiglio dei ministri chiediamo che si proceda con interventi straordinari di igienizzazione".

Concretamente l'Ugl "chiede che si rallenti la produzione, attraverso il ricorso alla cassa integrazione ed alle ferie dei lavoratori, al lavoro a distanza degli impiegati e che si garantisca l'igienizzazione negli altri stabilimenti, soprattutto dei locali dove si registra un maggior addensamento di personale: negli spazi comuni, negli spogliatoi e nelle mense, con il ricorso agli accessi scaglionati. Procedendo con specifici interventi di igienizzazione delle stesse aree di lavoro e produzione quotidiana".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Prendiamo atto che alcune grandi aziende metalmeccaniche, a Forlì, a Bologna ed a Ravenna, si stanno già attivando o si sono attivate per attuare alcune di queste misure di contenimento del virus, ma chiediamo che si uniformino al dettato anche le altre aziende, piccole e medie, dove per motivi anche oggettivi, in alcuni casi è più difficile mettersi a norma - conclude il segretario regionale -. La sicurezza dei lavoratori e la salute di tutti, ieri come oggi, e soprattutto in questa fase di emergenza da Coronavirus, è la nostra priorità ed è giusto che lo sia per tutti".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La Dea Bendata non abbandona Corso Garibaldi: nuovo colpo al Lotto con un terno

  • La Bidentina si macchia di sangue: schianto contro un albero, perde la vita sotto gli occhi della fidanzata

  • Coronavirus, ci sono i primi due studenti positivi: nessuna chiusura di classi e scuole

  • Coronavirus, altri quattro casi a Predappio. Tra i contagiati anche uno studente

  • Commando armato assalta una villa: minuti di terrore per una famiglia

  • Coronavirus, 5 pazienti in terapia intensiva. Scoppia un nuovo focolaio a Predappio

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ForlìToday è in caricamento