menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

L'Imu strozza anche Confedilizia: "Pagheremo a rate"

Il presidente di A.P.E. Confedilizia Forlì, Carlo Caselli, da venticinque anni in servizio, dichiara che sarà costretto a chiedere la dilazione nel versamento delle Ritenute e Tasse

Il presidente di A.P.E. Confedilizia Forlì, Carlo Caselli, da venticinque anni in servizio, dichiara che sarà costretto a chiedere la dilazione nel versamento delle Ritenute e Tasse per cercare di salvare un'Associazione storica per Forlì. “Siamo al collasso. Un collasso che ha colpito anche Forlì. Avevamo chiesto – si legge nella segnalazione dell'associazione  - l'aliquota minima del 4/1.000 anzichè il 5,5/1.000 per l'IMU prima casa e per l'IMU sulla prima casa in comodato ad uno stretto congiunto; avevamo pure chiesto per la casa locata con contratto calmierato alle Famiglie di inquilini meno abbienti il 4/1.000 anzichè il 9,8/1.000. Richieste vane”.

“Risultato: mercato bloccato e crollo degli investimenti nel mattone. Il volano generato dall'edilizia – sottolinea Caselli - si è inceppato e sta trascinando al ribasso tutta l'economia: non gira il denaro, ne soffrono i Cittadini, ne soffrono le Associazioni di categoria. Nell'anno in cui ricorrono gli ottant'anni dalla sua costituzione la stessa Associazione della Proprietà Edilizia rischia di rimanere strangolata da questo meccanismo perverso che allontana, anzi spaventa e distoglie ogni possibilità di investimento nell'immobiliare”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ForlìToday è in caricamento