rotate-mobile
Giovedì, 11 Agosto 2022
Economia Bertinoro

Italia-Myanmar: lo sviluppo passa da Bertinoro

Ben 22,5 milioni di dollari, parti a 20 milioni di euro, investiti nello sviluppo del turismo rurale in Myanmar. È la cifra stanziata dal Ministero italiano degli Esteri e Cooperazione Internazionale con un accordo sottoscritto il 18 settembre, sotto forma di credito agevolato che permetterà l’estensione del Progetto Nazionale di Sviluppo Rurale a gestione locale (NCDDP).

Ben 22,5 milioni di dollari, parti a 20 milioni di euro, investiti nello sviluppo del turismo rurale in Myanmar. È la cifra stanziata dal Ministero italiano degli Esteri e Cooperazione Internazionale con un accordo sottoscritto il 18 settembre, sotto forma di credito agevolato che permetterà l’estensione del Progetto Nazionale di Sviluppo Rurale a gestione locale (NCDDP).

Il Progetto s'iscrive all'interno dell'impegno della Cooperazione allo Sviluppo dell'Italia in Myanmar, che ha individuato lo sviluppo delle aree rurali, dove vive il 76% della popolazione in condizioni di povertà, come un settore prioritario d'intervento.
L'ingente somma contribuirà in maniera sostanziale alla più grande iniziativa della Comunità Internazionale per eliminare la povertà dal Paese, sforzo a cui partecipano altri donatori quali la Banca Mondiale e, in misura minore, il Giappone.

In questo importante intervento internazionale gioca un ruolo anche il CeUB di Bertinoro, che nella primavera scorsa ha già ospitato un corso di alta formazione per operatori del Myanmar finanziato dal Ministero degli Affari Esteri. Proprio al termine di quel percorso gli stessi corsisti hanno stilato un documento finale di sintesi, recapitato poi sui tavoli del Ministero. Una sorta di "Carta di Bertinoro", divenuta significativa base di partenza per lo sviluppo di nuove iniziative nel Paese asiatico.

Ed ora il CeUB si prepara ad ospitare un secondo Training Course in Tourism Development per operatori del Myanmar, in programma a Bertinoro dal 25 ottobre al 13 dicembre, focalizzato in particolare sui servizi turistici alberghieri.

La commissione esaminatrice dei nuovi partecipanti, composta dalla docente del Campus universitario di Rimini Laura Vici e da Omar Mazzotti del CeUB, è attualmente in Myanmar per esaminare tutti i possibili candidati che confluiranno nel gruppo finale di 27 corsisti. Ad incontrarli è stato anche Giampaolo Amadori, Amministratore delegato del Centro Universitario bertinorese.

La collaborazione tra l'Italia e il Paese asiatico continua e si rafforza. Con Bertinoro divenuto punto di riferimento, grazie a queste importanti esperienze formative.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Italia-Myanmar: lo sviluppo passa da Bertinoro

ForlìToday è in caricamento