rotate-mobile
Martedì, 31 Gennaio 2023
Economia

L’assessore regionale Vincenzo Colla in visita a Fiorini Industries: "Un'eccellenza"

Dal rappresentante istituzionale elogi verso “un’eccellenza assoluta del settore idrotermosanitario, con grandi prospettive di crescita grazie agli investimenti in ricerca, competenze e certificazioni”

Sostenibilità ambientale, energie rinnovabili e transizione ecologica sono espressioni entrate solo di recente nel lessico quotidiano, a fronte di cambiamenti climatici estremi. Pietre miliari su cui invece ha costruito la propria azione imprenditoriale sin dagli esordi, agli albori degli anni Ottanta, Fiorini Industries, azienda leader nel settore idrotermosanitario e fiore all’occhiello della Romagna produttiva. 

Una politica lungimirante che ha suscitato il vivo interesse e l’ammirazione della delegazione giunta venerdì mattina in visita al quartier generale di via Zampeschi. Una rappresentanza istituzionale guidata dall’assessore regionale allo sviluppo economico, alla green economy e alla formazione per l’Emilia-Romagna, Vincenzo Colla, accompagnato dalla consigliera regionale Lia Montalti, dal presidente e dalla direttrice del network imprenditoriale ‘Rete Pmi Romagna’ Luca Bettini e Maddalena Forlivesi. Ad accoglierli nello showrooom aziendale, Antonio, Maurizio e Tommaso Fabbri, rispettivamente amministratore delegato, direttore commerciale e technical manager del gruppo. Illustrati gli step della storia imprenditoriale, i membri del Cda hanno guidato gli ospiti alla scoperta dello stabilimento produttivo, sviluppato su un’area di 60.000 mq con una superficie coperta di 20.000 mq. 

Conclusa la visita ai reparti, in cui operano figure professionali altamente specializzate, l’assessore Colla ha espresso giudizi lusinghieri verso “un’eccellenza assoluta” del settore di riferimento. “Primo produttore in Europa per gruppi di pompaggio per condizionamento e refrigerazione - le parole dell’assessore -, Fiorini ha grandi prospettive di crescita, alla luce della transizione energetica ed eco-sostenibile avviata e dei continui investimenti sulle competenze, sulla ricerca e sulla certificazione. A conferma di come la competitività del ‘made in Emilia-Romagna’ passi dalla qualità assoluta dei suoi prodotti”. Sistemi efficienti e innovativi, premiati in un mercato in cui a indirizzare le scelte d’acquisto sono vettori quali sostenibilità e riduzione dei consumi. 

Un successo che viene da lontano, testimoniato da una progressione costante dell’azienda in termini produttivi e di fatturato, quintuplicato nel volgere di pochi anni: il volume di affari previsto per l’anno 2022 sfiora i 36 milioni di euro, destinati a salire a 46 come fatturato di 
gruppo. La crescita dimensionale di Fiorini si è infatti sviluppata non solo per linee interne ma anche attraverso acquisizioni in Lombardia e Veneto. A livello occupazionale, l’organico conta oggi 200 dipendenti nella sede forlivese e 55 della stabilimento di Casier. Fortemente radicata a livello locale, l’azienda vende i suoi prodotti in oltre 50 Paesi nel mondo.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L’assessore regionale Vincenzo Colla in visita a Fiorini Industries: "Un'eccellenza"

ForlìToday è in caricamento