L'azienda apre la procedura per il concordato preventivo: timore per 60 posti di lavoro

Sulla questione intervengono Riccardo Zoli, Giovanni Cotugno e Luca Francia, rispettivamente segretari generali di Fim, Fiom e Uilm

Negli scorsi giorni Fidia Spa - azienda piemontese attiva nella produzione di macchine utensili a controllo numerico nei settori dell’automobile e aereospaziale, che a Forlì ha un’importante stabilimento (ex Meccanica Cortini) che occupa oltre 60 lavoratori - ha annunciato ai propri azionisti la richiesta di apertura procedura per il concordato preventivo. "Non vi è stato alcun confronto con le organizzazioni sindacali né con i propri lavoratori, segnale di forte disinteresse nei confronti delle persone che lì lavorano da anni", attaccano Riccardo Zoli, Giovanni Cotugno e Luca Francia, rispettivamente segretari generali di Fim, Fiom e Uilm.

"La richiesta di concordato è stata causata dalla crisi del settore, che aveva già determinato l’apertura del contratto di solidarietà a inizio 2020 - precisano Zoli, Cotugno e Francia -. Tale situazione è stata acuita dalla condizione determinatasi con l’emergenza Covid, e consiste in una procedura “controllata” dal Tribunale che prevede un pagamento parziale dei debiti maturati dall’azienda. Nelle affermazioni della proprietà tale percorso prevede al momento una continuità aziendale, tutta da verificare nel prosieguo di questo percorso".

"Nel frattempo per i dipendenti si apre uno scenario di grande incertezza, con le retribuzioni di agosto, settembre e ottobre sospese, nonostante l’impegno poi disatteso a pagarle prima di procedere al concordato, e la cassa integrazione che tarda ad arrivare - proseguono -. Forte l’amarezza dei dipendenti che si ritrovano in forte difficoltà finanziaria, senza alcuna certezza rispetto alle retribuzioni future e alla salvaguardia dei propri posti di lavoro. Pensiamo sia necessaria l’attenzione di tutto il territorio rispetto al futuro di questa importante realtà e di questi posti di lavoro: sarebbe inaccettabile nella situazione in cui ci troviamo una ulteriore decurtazione di posti di lavoro".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, l'Emilia Romagna resta "arancione". In arrivo ordinanza più soft: riaprono i negozi nei festivi

  • Attaccato dai cinghiali che aveva "adottato": il 65enne non ce l'ha fatta

  • Porta loro da mangiare, viene aggredito dai cinghiali che aveva "adottato": trasportato d'urgenza al Bufalini

  • Meteo, dicembre debutterà col freddo e la neve: fiocchi in arrivo a bassa quota

  • Perde il controllo dell'auto e si ribalta: nuovo incidente sulla "Bidentina" - LE FOTO

  • Coronavirus, l'Emilia Romagna allenta le restrizioni: centri commerciali chiusi nei weekend. Negozi riaperti la domenica

Torna su
ForlìToday è in caricamento