L'Ugl Forlì apre uno sportello informazioni sul primo contratto per i lavoratori rider

“Grazie a questo accordo - spiega Filippo Lo Giudice, segretario dell'Ugl di Forlì-Cesena-Rimini-Ravenna - s'è scritta una pagina epocale in questo specifico settore"

AssoDelivery, l'associazione che rappresenta l'industria italiana del food delivery e riunisce le principali piattaforme (Deliveroo, Glovo, Juste Eat, Social Food, Uber Eats) e il sindacato confederale nazionale Ugl hanno sottoscritto il primo contratto collettivo nazionale di lavoro in Italia e in Europa con cui si determina una piattaforma che incrementa fortemente le tutele dei lavoratori del settore dei cosiddetti “riders”, i ciclofattorini collegati alle piattaforme online di consegna cibo a domicilio.

“Grazie a questo accordo - spiega Filippo Lo Giudice, segretario dell'Ugl di Forlì-Cesena-Rimini-Ravenna - s'è scritta una pagina epocale in questo specifico settore e si riconoscono diritti sindacali a questi lavoratori autonomi, in gran parte giovani o giovanissimi, introducendo compensi minimi, indennità integrative, incentivi, sistemi premiali, dotazioni di sicurezza a carico delle aziende, assicurazioni contro gli infortuni (Inail) e per danni contro terzi; formazione con particolare riferimento a sicurezza stradale e alla sicurezza nel trasporto degli alimenti; divieto di discriminazione, pari opportunità e tutela della privacy".

Lo stesso sindacato ha attivato a Forlì per tutti i lavoratori della Romagna un Servizio informazioni appositamente dedicato ai “riders” per comunicare loro i nuovi diritti acquisiti e come utilizzare il canale di confronto che l'Ugl ha creato con le aziende del settore. "Stiamo parlando di un contratto pilota, il primo in Europa, che finalmente fornisce certezze e diritti ai lavoratori di questo ambito: dalle indennità di disagio, ai 10 euro come minimo garantito l’ora, dalla tutela assicurativa alle misure di sicurezza da adottare nelle mansioni quotidiane, fino alla formazione professionale - illustra il sindacalista -. Nella sede Ugl di Forlì (tel 0543 31014 , mail segreteriap.uglromagna@gmail.com , sede: via Bruni 20) forniremo ogni informazione utile a tutti i lavoratori interessati e con un certo orgoglio sottolineamo l'importanza, in un momento storico di crisi economica e sociale come questo, di poter garantire a migliaia di rider diritti fino a ieri negati".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Pensioni dicembre: pagamento anticipato, il calendario per ritirarle alla Posta

  • Travolto da un'auto in sorpasso, sciagura in via Del Partigiano: ciclista perde la vita

  • Chiude supermercato in corso della Repubblica, ma non si spegne la vetrina e restano i servizi ai residenti

  • Violento schianto frontale sul rettilineo: grave una donna, soccorsa con l'elicottero

  • Dopo la morte del figlio, l'anziana titolare si ritira: la prima fabbrica di cioccolato della Romagna è in vendita

  • La sciagura del ciclista ucciso, "Era generoso e scherzoso". L'automobilista indagata per omicidio stradale

Torna su
ForlìToday è in caricamento