menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Fiom in Salone comunale, presenti le istituzioni senza i vertici

E' un duro atto di accusa nei confronti dell'azienda, delle istituzioni locali e dei sindacati Uilm-Uil e Fim-Cisl quello lanciato mercoledì mattina in Salone comunale a Forlì dalla Fiom-Cgil sulla vertenza Marcegaglia

E’ un duro atto di accusa nei confronti dell’azienda, delle istituzioni locali e dei sindacati Uilm-Uil e Fim-Cisl quello lanciato mercoledì mattina in Salone comunale a Forlì dalla Fiom-Cgil sulla vertenza Marcegaglia. Un’iniziativa che si è svolta a poche ore di distanza dallo spoglio delle schede sul referendum svolto in azienda sull’accordo separato.


 

Michele Bulgarelli, che in un comunicato stampa aveva già annunciato la propria posizione, ha voluto in primo luogo ringraziare i delegati della Fiom dentro la Marcegaglia, ai quali è stato rivolto un applauso per aver resistito “alle pressioni, ricatti e minacce” a cui sarebbero stati sottoposti i lavoratori in questi giorni e in queste ore. "La FIOM CGIL questa infamia non la firmerà mai". Così Bulgarelli, e Mirco Rota, segretario della Fiom Lombardia e responsabile nazionale degli stabilimenti "Marcegaglia" in tutta Italia. "Riteniamo il salario di ingresso immorale e l''accordo' di lunedì illegittimo per le regole contrattuali vigenti", avevano affermato nel post scrutinio.

L’incontro pubblico si è svolto alla presenza di alcune decine di persone e dei rappresentanti delle istituzioni locali e di alcuni partiti. Per gli enti locali ha parlato l’assessore provinciale al Lavoro, Denis Merloni, che ha spiegato la posizione delle istituzioni locali. Assenti i sindaci di Forlì, Roberto Balzani, e Forlimpopoli, Paolo Zoffoli, nonchè il presidente della Provincia, Massimo Bulbi, rappresentati oltre che da Merloni anche dal vice presidente della Provincia, Guglielmo Russo, e dall'assessore comunale alle Attività produttive, Maria Maltoni.
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ForlìToday è in caricamento