Economia

La frutta di stagione romagnola per raccogliere fondi per terremotati

Agricoltori e turisti di Pinarella impegnati per dare un sostegno al Comune di Reggiolo (Reggio Emilia) per la ristrutturazione del Centro anziani del Comune, fortemente danneggiato dal terremoto

Agricoltori e turisti di Pinarella  impegnati per dare un sostegno al Comune di Reggiolo (Reggio Emilia) per la ristrutturazione del Centro anziani del Comune, fortemente danneggiato dal terremoto. Come? Il 25 luglio, dalle ore 18 nel Camping Adriatico di Pinarella di Cervia produttori agricoli e la direzione  de campeggio hanno organizzato  un “frutta – aperitivo”, con macedonia e succhi di frutta, ai clienti, frutta rigorosamente fresca, biologica e a Km zero, prodotta dai soci della Cia di Forlì Cesena in aziende del territorio.

Agli ospiti sarà chiesto in cambio una offerta libera, che sarà interamente devoluta al Comune terremotato del reggiano. Un piccolo segno tangibile alle popolazioni emiliane colpite  poco più di un anno fa dal sisma dove molti Comuni e aziende sono ancora in piena fase di ricostruzione: un processo destinato a durare diversi anni.

“L’anno scorso abbiamo incontrato molte istituzioni e persone delle zone terremotate ospitate nel camping Adriatico – spiegano la Cia di Forlì Cesena e la direzione del camping – e  sono nate relazioni e amicizie, siamo andati in questi luoghi per incontrare alcuni Sindaci e imprenditori, ascoltarne i racconti e tracciare un quadro della situazione economica dell’area.

Dopo il disastro - proseguono i promotori dell’iniziativa - molti di loro hanno trovato tra le macerie l’opportunità di rafforzarsi   ripensare e poi ristrutturare la propria azienda su basi ancora più nette: la loro forza di volontà e la loro determinazione ci hanno profondamente colpito. Gente  orgogliosa e, noi con loro, felici di essere parte di quella grande comunità che anima lo spirito degli emiliano-romagnoli”

il sindaco di Reggiolo, Barbara Bernardelli, ha ringraziato Confederazione e camping, sottolineando “che per le popolazioni terremotate la preoccupazione maggiore è soprattutto quella di “venire dimenticati”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La frutta di stagione romagnola per raccogliere fondi per terremotati

ForlìToday è in caricamento