rotate-mobile
Economia Meldola

La Regione entra in Irst, i sindacati: "Ora stabilizzare i 60 lavoratori precari"

I sindacati Fp Cgil e Cisl e Fpl Uil esprimono soddisfazione per il concretizzarsi dell'entrata della Regione Emilia Romagna nell'azionariato dell'IRST IRCCS portando la quota pubblica della società oltre il 69%

I sindacati Fp Cgil e Cisl e Fpl Uil esprimono soddisfazione per il concretizzarsi dell'entrata della Regione Emilia Romagna nell'azionariato dell'IRST IRCCS portando la quota pubblica della società oltre il 69%. “Concordiamo con l'attuale presidente del consiglio di amministrazione quando afferma che il rafforzamento della quota pubblica, con il pieno inserimento dell'Istituto di ricerca e cura a carattere scientifico nella sanità romagnola, accanto all'Azienda sanitaria romagnola, aumenti le prospettive dell'Istituto e possa qualificare ed aumentare l'offerta per tutti i cittadini del territorio”.

“Riteniamo a questo punto necessario ricordare al presidente, a tutto il consiglio di amministrazione e alla direzione operativa dell'Irst, che non ci sono più giustificazioni o alibi per mantenere nell'incertezza, con contratti atipici, circa 60 lavoratori. - scrivono i sindacati - Ricordiamo che gran parte di questi lavoratori, con curricola di tutto rispetto, lauree specialistiche e master, prestano la loro opera nell'istituto in modo più o meno continuativo dagli anni 2006-2007-2008. In nome e per conto di questi lavoratori chiediamo di definire il percorso e le modalità di assunzione a tempo indeterminato, anche per rafforzare l'efficacia e l'efficienza del capitale umano che i lavoratori e  il lavoro di qualità garantiscono”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La Regione entra in Irst, i sindacati: "Ora stabilizzare i 60 lavoratori precari"

ForlìToday è in caricamento