menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

La Serbia, un'opportunità di investimento per le imprese

Si è svolto martedì mattina nella sede Unindustria di via Punta di Ferro, a Forlì, il Focus-Paese dal titolo: “Serbia: opportunità di investimento e interscambio commerciale”

Si è svolto martedì mattina nella sede Unindustria di via Punta di Ferro, a Forlì, il Focus-Paese dal titolo: “Serbia: opportunità di investimento e interscambio commerciale”. L’incontro è il risultato dell’unione delle competenze della Commissione Internazionalizzazione di Unindustria di Forlì Cesena e degli esperti dei mercati esteri di UniCredit, che insieme hanno permesso la realizzazione del seminario di questa mattina al quale hanno preso parte una quarantina di imprenditori dell’area forlivese e cesenate.

Dopo i saluti iniziali di Giorgio Cangini, presidente della Piccola Industria e membro della Commissione Internazionalizzazione di Unindustria, e di Massimiliano Villa, responsabile dell’area commerciale di Forlì per UniCredit, si sono susseguiti gli interventi di Angelica Attolico, UniCredit Political Risk & Country Analysis, che ha provveduto alla presentazione dell’economia serba e delle opportunità che riserva alle imprese italiane; di Giovanni Roncucci, Presidente di Roncucci&Partners, che ha approfondito il tema delle esportazioni in Serbia e dei costi annessi. Infine Emiliano Steinfl, Responsabile del Corporate Banking della banca serba di UniCredit, ha approfondito i temi del sistema finanziario del paese e dei trattamenti riservati ai finanziamenti esteri. L’incontro si è concluso con la testimonianza di Mario Riciputi, Presidente di Fabrika Secera TE-TO, azienda serba controllata dal locale Gruppo SFIR. Al termine degli interventi, le aziende partecipanti hanno potuto approfondire i dettagli di loro interesse incontrando individualmente i relatori.

 “Unindustria Forlì-Cesena, tramite la propria Commissione Internazionalizzazione – ha dichiarato Giorgio Cangini, Presidente della Piccola Industria e membro della Commissione – porta avanti, da molti anni, la realizzazione di eventi con l’obiettivo di fornire informazioni concrete ed operative agli imprenditori che operano all’estero. Per affrontare nel migliore dei modi le sfide dei mercati internazionali occorre avere una strategia di medio-lungo termine ed essere supportati dai giusti interlocutori, quindi risulta fondamentale sapere di potersi rivolgere alla nostra Area Internazionalizzazione per avere una consulenza personalizzata e il ruolo del sistema bancario, oltre all’importanza che riveste l’aggregazione tra imprese soprattutto di piccole e medie dimensioni”.

“Eventi come quello organizzato oggi da Unindustria Forlì – ha detto Massimiliano Villa, direttore Area Commerciale Forlì UniCredit - permettono all’imprenditoria locale di entrare in contatto e di conoscere un mercato con un’economia dalle notevoli potenzialità di crescita. Oltre alle agevolazioni fiscali e agli incentivi previsti dal governo serbo per gli investitori esteri, il Paese rappresenta un “trampolino di lancio” ideale per mercati ad elevato tasso di crescita. UniCredit, con la propria estesa rete di filiali, intende proporsi come partner privilegiato nel supporto allo sviluppo del business delle imprese italiane in Serbia”

L’area balcanica, infatti, costituisce oggi il crocevia di importanti processi di integrazione e una forte concentrazione di risorse finanziarie internazionali dirette non solo alla ricostruzione dei paesi della regione, ma anche a favorire e supportare una nuova stagione industriale per gli attori locali, attraverso il trasferimento di know-how imprenditoriale italiano che da sempre ha caratterizzato l’evoluzione dei distretti industriali nella nostra regione. n particolare, l’Italia è da sempre un Paese importante per la Serbia, cui ha concesso linee di finanziamento per privilegiare l’acquisto di tecnologia italiana.

La Serbia, che il 1° marzo scorso ha ufficialmente acquisito lo Status di Paese Candidato rappresenta un mercato con interessanti prospettive di crescita e una piattaforma strategica per l’area dell’est europeo. Grazie ad un accordo preferenziale con la Russia e i paesi CIS, la Serbia attrae anche numerosi investitori internazionali, interessati ad entrare in questi mercati a dazio zero.

 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ForlìToday è in caricamento