rotate-mobile
Venerdì, 20 Maggio 2022
Economia Civitella di Romagna

Premio europeo "Innovazione": Lisa Paganelli da Civitella a Bruxelles per la finale 2016

Lisa Paganelli, che a Bruxelles dovrà vedersela con un’olandese, un’irlandese, una svedese e un’ungherese, è una giovane veterinaria, titolare dell’azienda agricola biologica “Seggio”

Si chiama Lisa Paganelli ed è di Civitella di Romagna una delle cinque imprenditrici agricole che mercoledì saranno a Bruxelles per la finale 2016 del premio europeo “Innovazione” promosso dal Comitato Donne del Copa Cogeca, l’associazione delle organizzazioni agricole e cooperative dell’Unione europea. Ne dà notizia Coldiretti Emilia Romagna, ricordando che le cinque imprenditrici sono state selezionate tra un gruppo di eccellenza di 33 imprenditrici a loro volta scelte su tutto il territorio dei 28 Paesi comunitari per la loro capacità di contribuire a trovare nuove soluzioni alle sfide del mondo rurale e mostrare il loro ruolo di attrici chiave per il futuro delle zone rurali.

Paganelli, che a Bruxelles dovrà vedersela con un’olandese, un’irlandese, una svedese e un’ungherese, è una giovane veterinaria, titolare dell’azienda agricola biologica “Seggio”, che ha costituito a Civitella di Romagna (Forlì-Cesena) il Consorzio Carne Biologica Valbidente con un punto vendita dove tutte le aziende biologiche del territorio possono vendere il loro prodotto. L‘imprenditrice agricola romagnola è responsabile per la provincia di Forlì-Cesena di Coldiretti Donne Impresa, il movimento che associa le imprenditrici agricole di Coldiretti. "La sua nomination per la finale del prestigioso premio – commenta Coldiretti Emilia Romagna – conferma l’importanza del ruolo delle donne nell’agricoltura emiliano romagnola dove una azienda su cinque è a guida femminile, con una tendenza all’aumento negli ultimi mesi, nonostante la crisi".

L’innovazione che ha portato Paganelli in finale è l’applicazione nella sua azienda dei metodi dell’agricoltura simbiotica, con l’utilizzo di micorrize per la produzione di foraggi e cereali destinati all’alimentazione degli animali. Si tratta di un metodo produttivo naturale che esclude l’utilizzo di Ogm e di sostanze chimiche di sintesi durante tutte le fasi di produzione, dalla coltivazione all’allevamento, alla trasformazione e conservazione, fino al confezionamento e distribuzione. Oltre alle carni bovine, suine e avicole, il Consorzio creato dalla Paganelli fornisce anche ortaggi e farine biologiche e si sta organizzando per produrre con il metodo eco-simbiotico entro il 2016 vino, uova, pane, pasta, latte e formaggi. Nella nostra regione, Paganelli si è già distinta perché ha recentemente ottenuto per la selezione dell’Emilia Romagna l’Oscar Green di Coldiretti Giovani Impresa, il premio per l’innovazione assegnato dai giovani di Coldiretti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Premio europeo "Innovazione": Lisa Paganelli da Civitella a Bruxelles per la finale 2016

ForlìToday è in caricamento