menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Marcegaglia, niente premio per i lavoratori: solo l'acconto del 2012

Si sono svolte lunedì le assemblee dei lavoratori dello stabilimento Marcegaglia di Forlì per fare il punto sulla situazione della vertenza per il rispetto degli impegni assunti dall’azienda con il contratto aziendale. Il 10 aprile si è tenuto l’incontro tra direzione aziendale, RSU e sindacati

Si sono svolte lunedì le assemblee dei lavoratori dello stabilimento Marcegaglia di Forlì per fare il punto sulla situazione della vertenza per il rispetto degli impegni assunti dall’azienda con il contratto aziendale. Il 10 aprile si è tenuto l’incontro tra direzione aziendale, RSU e sindacati: “L'azienda ha confermato l’intenzione di non corrispondere alcun saldo del premio del 2012, ma non procederà a trattenere l’acconto già erogato in luglio 2012 pari a 325 euro. Per evitare questa trattenuta utilizzerà l’acconto del premio previsto in luglio 2013 (350 euro)”, spiegano i sindacati.

I lavoratori riuniti nelle assemblee, le RSU e Fim Cisl, Fiom Cgil e Uilm Uil territoriali ritengono che “la determinazione mostrata dai lavoratori dello stabilimento, con le iniziative messe in campo, sia stata fondamentale per la decisione aziendale di non effettuare la trattenuta di 325 euro dalle buste paga, evitando ulteriori tensioni in stabilimento. Ribadiamo la necessità di avviare una trattativa finalizzata alla definizione di una soluzione condivisa che chiuda il 2012, come condizione per ristabilire un clima di fiducia reciproca”.

La parte sindacale attende ancora “risposte in merito alle contestazioni evidenziate sugli indici di riferimento del Premio. Si ritiene inoltre necessario – scrivono - avviare un confronto che chiarisca qual’è il piano industriale dello stabilimento forlivese e quale futuro la direzione prevede come carichi di lavoro, investimenti. A fronte del perdurare della indisponibilità della direzione del Gruppo Marcegaglia di avviare la trattativa richiesta, FIM FIOM UILM, la RSU e l’assemblea dei lavoratori confermano lo stato di agitazione e comunicano che, sulla base degli sviluppi futuri, non si escludono ulteriori iniziative di lotta e di mobilitazione”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ForlìToday è in caricamento