rotate-mobile
Venerdì, 27 Maggio 2022
Economia

Il 2021 del mercato immobiliare, in aumento i prezzi di vendita. A Forlì cresce la domanda di case (+11%)

Bilancio molto positivo per il mattone in Emilia Romagna, con prezzi in aumento sia nel settore delle compravendite che in quello delle locazioni

Bilancio molto positivo per il mattone in Emilia Romagna, con prezzi in aumento sia nel settore delle compravendite che in quello delle locazioni. Questo è quanto rilevato da Immobiliare.it nell’Osservatorio annuale sul settore residenziale curato da Immobiliare Insights. In particolare, se i prezzi di vendita aumentano percentualmente di 3,1 punti e si attestano a una media di 1.988 euro al metro quadro, quelli di locazione nel confronto con l’anno precedente crescono dell’1,6% e sono pari a 10,90 euro/mq.

I trend regionali

Nel comparto delle compravendite a fronte di una domanda in aumento (+1,8%), lo stock di abitazioni invendute nella regione, in un anno, è comunque cresciuto di oltre il 13,4%, segno di un surplus dell’offerta e di un comparto, quello delle compravendite, in ripresa. Guardando però a quanto accaduto nell’ultimo trimestre questo recupero è ancora più evidente in quanto l’offerta si riduce a -0,5% e la domanda guadagna più di 10 punti percentuali. Dal punto di vista delle locazioni in Emilia Romagna, il mercato è ancora più movimentato: il surplus in un anno si attesta al 17,3% mentre la domanda cresce di quasi 8 punti percentuali.  

I trend delle compravendite per città e province

Analizzando la situazione del mercato residenziale in vendita nei capoluoghi di provincia emerge l’evidenza di un comparto in buona salute. In tutti i comuni e le province i prezzi sono stabili o in crescita con l’unica eccezione della provincia di Piacenza che invece perde quasi 2 punti percentuali. A fare meglio la provincia di Ravenna che guadagna 7 punti e mezzo percentuali e la città di Reggio Emilia che ne conquista 5,2. Sul fronte dell’offerta si conferma il trend regionale: l’accumulo di disponibilità appare evidente in quasi tutte le città con due sole eccezioni: Piacenza e Forlì. La domanda cresce a grande velocità nell’ultimo anno, infatti in molte città dell’Emilia Romagna l’aumento di interesse è a doppia cifra, con il picco di 14 punti percentuali che si registra nella provincia di Forlì-Cesena.

Per quanto riguarda la vendita di immobili a Cesena, il prezzo medio al metro quadrato è di 2030 euro (+ 1,8% rispetto al 2020); a Forlì è 1629 euro (+4%), in provincia di Forlì-Cesena è 2031 euro (+2,5%). A Cesena l'offerta di case cresce del 6,5%, a Forlì è in calo dell'1,2%, a livello provinciale si registra un + 11,4%. Per quanto riguarda la domanda, lieve calo a Cesena (-0,3%) mentre a Forlì si registra un + 11,5% e a livello provinciale un + 14%.

I trend nel comparto della locazione

Nel settore delle locazioni la provincia di Ravenna e di Rimini rivelano prezzi nettamente superiori alle altre con una media di 14 euro/mq e un balzo di 22 punti percentuali per la prima e di 7 per la seconda. Soffrono la provincia di Parma e la città di Reggio Emilia che nell’ultimo anno hanno accumulato uno stock superiore al 50% del proprio patrimonio immobiliare in affitto, mentre performano molto bene la città di Piacenza (+35,7%) e la provincia di Ferrara (+32,2%) che vivono una forte crescita di interesse nei confronti dei propri immobili da locare. 

Sul fronte affitti a Cesena il prezzo medio è 8,8 euro al metro quadrato (+5,5%), a Forlì 7,7 euro (-0,5%), in provincia il prezzo medio è 12,8 euro al metro quadrato (+7,3%). A picco a Cesena l'offerta di case in affitto (-41%), a Forlì -7%, in provincia si registra il +14%. Per quanto riguarda la domanda di case in affitto, cresce sia a Cesena che a Forlì (+23,6% e +24,7%), in provincia +8,3%.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il 2021 del mercato immobiliare, in aumento i prezzi di vendita. A Forlì cresce la domanda di case (+11%)

ForlìToday è in caricamento