Economia

Il Made in Italy che conquista il mondo: nasce Mondodelvino SpA

Il nuovo Gruppo Mondodelvino, che oggi conta 213 dipendenti e che ogni anno investirà oltre 2 milioni di euro in Ricerca & Sviluppo, vanta una presenza importante in 47 Paesi esteri ed è particolarmente forte in Germania, Gran Bretagna, Stati Uniti, Scandinavia, e ora anche in Canada

MGM Mondo del Vino, Barone Montalto, Poderi dal Nespoli e Cuvage firmano l’atto che sancisce la nascita di una nuova grande realtà: Mondodelvino Spa, un Gruppo leader nazionale nel settore vinicolo che nel 2012 ha venduto 56 milioni di bottiglie nel mondo, raggiungendo un fatturato di 76 milioni di euro e un Ebitda di 7 milioni. Questa unione nasce per competere in maniera più strutturata sui mercati internazionali, dove è attualmente destinato l’ 86% dell’intera produzione. La conquista di una brillante posizione nel mercato del Canada, con 4 milioni di bottiglie vendute per un valore di 6,6 milioni di euro, sancisce la nuova vision del Gruppo.

«Grazie alla qualità e alla naturalità dei nostri vini e dei nostri spumanti, ottenuti solo da  uve italiane dotate di elevati profili qualitativi – spiega Alfeo Martini, amministratore unico della neonata Mondodelvino –, abbiamo conquistato una posizione prestigiosa sulle tavole del Canada, un mercato molto esclusivo a causa dei rigidi monopoli statali per la distribuzione degli alcolici, ma del valore di circa 255 milioni di euro per il vino italiano e in crescita tra il 4,5 e il 6% ogni anno. Questo risultato ci proietta con ottimismo verso il futuro, tanto che prevediamo entro i prossimi 3 anni di raddoppiare i volumi di vendita in Canada, raggiungendo 8 milioni di bottiglie, per un valore di circa 14 milioni di euro».  

L’ampia varietà di vini bianchi e rossi di MGM Mondo del Vino, che ricopre sette aree vitivinicole italiane, l’autenticità siciliana della produzione di Barone Montalto e quella romagnola di Poderi dal Nespoli, oltre alla ricercatezza dei vini spumanti a base di Moscato, Brachetto, Pinot Noir, Chardonnay e Nebbiolo di Cuvage, sono le chiavi vincenti del Gruppo Mondodelvino, realtà d’eccellenza pronta alla nuova sfida dei mercati mondiali.

«Nel 2015, ovvero quando entrerà in vigore l’accordo di libero scambio recentemente siglato tra Canada e Unione Europea (CETA),  che dovrebbe portare, secondo le stime, un aumento del 24% delle esportazioni europee e oltre 11 miliardi di euro all’anno di reddito per i cittadini europei – conclude Alfeo Martini –, nuove porte si apriranno per l’alta qualità Made in Italy dei nostri prodotti, che ci permetteranno di conquistare ulteriori quote di mercato in questo Paese in forte espansione».

Il nuovo Gruppo Mondodelvino, che oggi conta 213 dipendenti e che ogni anno investirà oltre 2 milioni di euro in Ricerca & Sviluppo, vanta una presenza importante in 47 Paesi esteri ed è particolarmente forte in Germania, Gran Bretagna, Stati Uniti, Scandinavia, e ora anche in Canada. Secondo le previsioni del management, Mondodelvino dovrebbe chiudere il 2013 con un incremento di fatturato del 14%, pari a 85 milioni di euro.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il Made in Italy che conquista il mondo: nasce Mondodelvino SpA

ForlìToday è in caricamento