Nasce Confcooperative Romagna, attesa per l'assemblea costituente

A decretare la nascita della nuova Unione territoriale saranno gli oltre 700 delegati delle cooperative associate che si incontreranno, in collegamento da remoto, per votare la partenza di questo nuovo progetto condiviso

Si svolgerà lunedì 23 novembre alle 15 l’assemblea di fusione tra Confcooperative Forlì-Cesena e Confcooperative Ravenna-Rimini che darà vita a Confcooperative Romagna.  

A decretare la nascita della nuova Unione territoriale saranno gli oltre 700 delegati delle cooperative associate che si incontreranno, in collegamento da remoto, per votare la partenza di questo nuovo progetto condiviso. 

Il programma dell’evento, che prende il titolo di «Costruttori di bene comune - Per crescere insieme», prevede dalle 15 alle 16 la parte privata con i lavori delle assemblee straordinarie e l’atto notarile di fusione. Dalle 16.30 avrà luogo la parte pubblica, trasmessa in diretta Facebook sulla pagina  facebook.com/ConfcooperativeRomagna, che si aprirà con la relazione del nuovo presidente di Confcooperative Romagna cui seguiranno i saluti, in collegamento, di Stefano Bonaccini, Presidente della Regione Emilia-Romagna e Don Mario Diana, incaricato CEI presso Confcooperative. Ancora a seguire, il dibattito con Michele De Pascale, Sindaco di Ravenna, Andrea Gnassi, Sindaco di Rimini, Enzo Lattuca, Sindaco di Cesena e Gian Luca Zattini, Sindaco di Forlì, moderati dalla giornalista Elide Giordani.  

Le conclusioni saranno affidate a Maurizio Gardini, presidente nazionale di Confcooperative. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Pensioni dicembre: pagamento anticipato, il calendario per ritirarle alla Posta

  • Porta loro da mangiare, viene aggredito dai cinghiali che aveva "adottato": trasportato d'urgenza al Bufalini

  • Dopo la morte del figlio, l'anziana titolare si ritira: la prima fabbrica di cioccolato della Romagna è in vendita

  • Violento schianto frontale sul rettilineo: grave una donna, soccorsa con l'elicottero

  • Lo storico marchio della piadina cambia di proprietà. La produzione resta a Forlì

  • Attaccato dai cinghiali che aveva "adottato": il 65enne non ce l'ha fatta

Torna su
ForlìToday è in caricamento