menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Nasce Ferretti Yachts 550, la new entry delle 'piccole' presentata a Cannes

La nascita della nuova “piccola” in casa Ferretti Yachts, la cui prima unità toccherà l’acqua la prossima primavera, rappresenta infatti il primo passo di un percorso strategico ed evolutivo che coinvolge l’intera gamma

L’edizione 2014 del Cannes Yachting Festival, inizio della nuova stagione nautica internazionale, è stata il palcoscenico ideale per l’annuncio del prossimo capitolo di una storia imprenditoriale lunga ben 45 anni. Ferretti Yachts ha presentato il progetto Ferretti Yachts 550, nuovo entry level della gamma: un’imbarcazione di grande importanza per gli obiettivi di crescita del marchio e in generale di Ferretti Group.

La nascita della nuova “piccola” in casa Ferretti Yachts, la cui prima unità toccherà l’acqua la prossima primavera, rappresenta infatti il primo passo di un percorso strategico ed evolutivo che coinvolge l’intera gamma. Ferretti Yachts, che oggi si presenta sul mercato con una flotta composta da otto imbarcazioni flybridge, dai 55 piedi del nuovo progetto fino ai 96 della celebre ammiraglia Ferretti Yachts 960, è destinata nel prossimo futuro a svilupparsi ulteriormente per rendere ancora più diversificata la propria offerta, anche nella fascia inferiore ai 50 piedi.
 
“Al Cannes Yachting Festival 2014 abbiamo presentato alla rete vendita mondiale e alla stampa i nostri prossimi ambiziosi progetti per il marchio”, ha spiegato Stefano De Vivo, Chief Commercial Officer Ferretti Group. “E questo nuovo entry level fa parte di una strategia decisa a raccogliere l’interesse di tanti nuovi armatori in tutto il mondo, che potranno trovare nel nuovo 55 piedi, e nei futuri scafi Ferretti Yachts, la risposta al loro desiderio di vivere il mare in maniera ineguagliabile.”
 
Ferretti Yachts 550, frutto dalla collaborazione fra AYT&D, il dipartimento ricerca e sviluppo del Gruppo, e lo Studio Zuccon International Project, è caratterizzato da uno scafo integralmente nuovo, così come nuovi sono l’organizzazione della sala macchine, il layout del ponte di coperta e la compartimentazione degli interni. A questo si aggiunge, oltre ad una massima efficacia ed efficienza in fase produttiva, anche una particolare attenzione ai pesi, così da garantire elevate prestazioni pur in presenza di propulsori dalle dimensioni, dal peso e dai consumi davvero contenuti.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ForlìToday è in caricamento