Nell'ultimo trimestre in crescita il numero delle imprese nel territorio provinciale

I dati più recenti della Camera di Commercio confermano l’elevata imprenditorialità del territorio di Forlì-Cesena rispetto al livello regionale e ancor più a quello nazionale

I dati più recenti della Camera di Commercio confermano l’elevata e diffusa imprenditorialità del territorio di Forlì-Cesena rispetto al livello regionale e ancor più a quello nazionale. Stabili le localizzazioni attive (sedi e unità locali); in rallentamento la flessione delle imprese attive (sedi). Crescono le imprese attive nel settore dell’alloggio e ristorazione; in aumento anche alcuni comparti del terziario (servizi di ICT, attività professionali, servizi di supporto alle imprese, altre attività di servizi). Continua l’aumento del numero delle società di capitale.

Secondo i dati Infocamere-Movimprese elaborati dall’Ufficio Statistica e Studi della Camera di commercio della Romagna, al 30 settembre 2018 in provincia di Forlì-Cesena si contano 42.388 imprese registrate, di cui 37.101 attive. Le localizzazioni (sedi di impresa e unità locali) registrate sono 50.949, di cui 45.399 quelle attive (stabili rispetto al medesimo periodo del 2017). L’imprenditorialità si conferma diffusa: 94 imprese attive ogni 1.000 abitanti (91 imprese a livello regionale e 85 a livello nazionale).

Nel terzo trimestre del 2018 si sono verificate 421 iscrizioni e 394 cancellazioni (al netto di quelle d’ufficio) per un saldo positivo di 27 unità; il tasso di crescita trimestrale delle imprese registrate è pari a +0,06%, inferiore al dato regionale (+0,10%) e nazionale (+0,20%). Nel confronto con il 30 settembre 2017 si riscontra un calo delle imprese attive dello 0,5%, in linea con il dato regionale (-0,4%), mentre risulta stabile il dato nazionale (+0,1%).

Con riferimento ai principali settori economici si ritrovano, nell’ordine, il Commercio (22,2% sul totale), l’Agricoltura (17,8%), le Costruzioni (15,1%) e il Manifatturiero (9,7%), tutti in diminuzione rispetto ai 12 mesi precedenti. In crescita, invece, le attività dell’alloggio e della ristorazione (+0,5%) che pesano per il 7,5% del totale delle imprese attive provinciali. Riguardo alla natura giuridica, le società di capitale (17,6% la loro incidenza) sono l’unica forma giuridica in crescita (+3,2%), con un trend positivo che si conferma da 5 trimestri. Le imprese artigiane attive al 30 settembre 2018 sono 12.067, pari al 32,5% del totale delle imprese attive (31,5% Emilia-Romagna, 25,3% Italia). In termini tendenziali, si sono ridotte dello 0,4% (Emilia-Romagna -1,0; Italia -1,2%).

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "Terrona", il caso della lite condominiale finisce in tv: "Non sono razzista, insulti sotto l'effetto dell'ira"

  • Il maggiordomo vince in tribunale ed eredita 4 milioni di euro

  • Escort e over 45, la trasgressione non ha età: il lato piccante e proibito di Forlì

  • Dopo la collisione cade sull'asfalto, le auto lo schivano: paura in A14 per un centauro

  • Oltre un milione di spettatori per il servizio sull'ospedale di Forlì in onda su Rai Tre

  • La "Panda" diventa un'auto stupefacente: la droga era nascosta nel pianale, tre arresti

Torna su
ForlìToday è in caricamento