rotate-mobile
Giovedì, 11 Agosto 2022
Economia Bertinoro

Nuovo centro commerciale a Santa Maria Nuova, il sindaco: "Quasi 300 posti di lavoro"

Risponde, senza mezzi termini, il sindaco di Bertinoro, Nevio Zaccarelli, sulla polemica che sta investendo l'ipotesi di un nuovo centro commerciale a Santa Maria Nuova

Risponde, senza mezzi termini, il sindaco di Bertinoro, Nevio Zaccarelli, sulla polemica che sta investendo l'ipotesi di un nuovo centro commerciale a Santa Maria Nuova: “Il periodo elettorale sta generando necessità di visibilità e difesa aprioristica di stati di cose, a tutela solo del proprio elettorato o a caccia di facili voti. Poste queste necessità elettoralistiche si spiegano facilmente le prese di posizione di candidati sindaci. Ma anche le prese di posizione delle associazioni dei commercianti scontano una difesa aprioristica, anche se più giustificabile, dei propri iscritti. La cosa che fa specie è che tutti stanno discettando di qualcosa che è ancora in fase di  bozza e che quindi non può essere conosciuto, almeno da loro. Risulta quindi evidente tutta la strumentalità delle loro prese di posizione”.

Ma andando più nel merito della questione, occorre far rilevare che “la proposta vedrebbe la realizzazione di un intervento che vale alcune decine di milioni di euro, che verrebbero investiti nel territorio (anche attraverso l'esecuzione dei lavori e delle forniture necessarie) – continua Zaccarelli - oltre 250-300 nuovi posti di lavoro tra assunzioni dirette e nell'indotto che vedrebbe quindi il territorio (non solo comunale) avere una ricaduta di assoluto rilievo in termini di occupazione.  Una qualificazione delle infrastrutture sovracomunali e quindi al servizio di tutta la Romagna”.

“Che questa proposta non debba essere ascoltata e valutata è una cosa assolutamente inspiegabile con la razionalità, con i doveri istituzionali e con i principi dell'economia, non dimenticando anche che non viene presentata da puri immobiliaristi, così come è avvenuto nei dintorni dove ha anche provocato gravi problemi e persino fallimenti, ma da ditta che direttamente utilizza ciò che realizza. Che poi si debba anche considerare tutta la realtà circostante è cosa opportuna, non certamente però si deve sottostare ai diktat di chiunque e soprattutto quando si tratta di chi ha gestito in totale autonomia insediamenti similari nel proprio territorio. Pertanto si ritiene corretto, opportuno e legittimo proseguire nel confronto per verificare la fattibilità generale e particolare dell'intervento proposto, avendo come unica condizione operativa il bene del tessuto economico-produttivo del territorio”, chiude Zaccarelli.
 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nuovo centro commerciale a Santa Maria Nuova, il sindaco: "Quasi 300 posti di lavoro"

ForlìToday è in caricamento