menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Stop all'occupazione della Cte. L'azienda fa un passo indietro

E' in continua evoluzione la vertenza in corso alla CTE. Mercoledì mattina alle ore 12 si è tenuta un'assemblea pubblica dove è stato fatto il punto della vertenza, anche alla luce della convocazione da parte del sindaco di Bertinoro

E’ in continua evoluzione la vertenza in corso alla CTE (ex Bizzocchi di Bertinoro). Nella tarda serata di martedì, dopo che in risposta alla comunicazione di trasferimento per tutto il personale a Rovereto e Rivoli Veronese, a decorrere dal 1 gennaio prossimo, i lavoratori avevano occupato la fabbrica insieme a FIM FIOM UILM, l’azienda ha formalizzato la sospensione della comunicazione di trasferimento e, a fronte di questa formalizzazione, i lavoratori hanno deciso di proseguire con lo sciopero, ma sospendendo l’occupazione della fabbrica mantenendo comunque un presidio davanti ai cancelli della fabbrica.

Mercoledì mattina alle ore 12 si è tenuta un’assemblea pubblica dove è stato fatto il punto della vertenza, anche alla luce della convocazione da parte del sindaco di Bertinoro, Nevio Zaccarelli, di un incontro di tutte le parti interessate per venerdì alle ore 11 in Comune.
Durante l’assemblea è intervenuto lo stesso primo cittadino che ha discusso insieme ai lavoratori la situazione e le prospettive di fronte alla crisi dello stabilimento.

“Lo sciopero prosegue sino alla trattativa di venerdì, appuntamento che auspichiamo porti i risultati attesi dai lavoratori.  - scrivono i sindacati - L’azienda deve fare i passi necessari per arrivare ad un accordo. I lavoratori e il sindacato ci sono”.
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ForlìToday è in caricamento