Economia

Odontotecnici, al via la campagna informativa promossa da Confartigianato

"L’auspicio è quello che divenga una prassi, nell’ottica di una sempre maggiore trasparenza e sicurezza a beneficio della salute collettiva", viene spiegato da Fabiola Foschi

Il 26 maggio entrerà in vigore, dopo il rinvio causato dalla pandemia, il Regolamento europeo che ha introdotto importanti novità sul piano della trasparenza e della sicurezza dei dispositivi medici stabilendo regole chiare per rendere disponibili ai pazienti dispositivi medici innovativi e sicuri. Il Regolamento disciplina anche l’attività degli odontotecnici, prevedendo controlli pre e post-commercializzazione dei prodotti, la creazione di un sistema di identificazione unica del dispositivo che faciliti anche il richiamo dei prodotti difettosi e contribuisca a lottare contro i dispositivi contraffatti, ma anche la maggiore responsabilizzazione dei fabbricanti; elementi maggiormente qualificanti della norma, mirati ad accrescere la sicurezza e la trasparenza dei prodotti.

"Proprio nell’ottica della massima trasparenza nei confronti dell’utilizzatore, Confartigianato ritiene che questi aspetti debbano essere resi noti anche a coloro che fruiscono dei dispositivi odontoiatrici e per farlo ha voluto diffondere alcune “pillole” informative a diretto beneficio dei cittadini - spiega la responsabile di categoria per l’associazione forlivese, Fabiola Foschi -. La norma europea ribadisce con forza la centralità del ruolo dell’odontotecnico, tenuto a una serie di adempimenti direttamente correlati con la sicurezza dei dispositivi prodotti".

"L’odontotecnico è ben consapevole dell’importanza del rispetto delle norme in tutte le fasi della produzione ed è tenuto a rilasciare una serie di informazioni a corredo della protesi, una sorta di carta d’identità nella quale sono contenuti tutti gli elementi utili a garantirne tracciabilità e sicurezza - prosegue -. Così come è importante che il consumatore conosca le etichette nutrizionali dei cibi, la composizione dei tessuti dei vestiti che indossa, ancor di più la corretta conoscenza dei materiali e del processo produttivo della protesi odontoiatrica. Parte quindi in tutta Italia la campagna di sensibilizzazione nei confronti dei cittadini affinché esercitino il diritto di richiedere al proprio dentista la certificazione di accompagnamento che attesti la conformità del proprio dispositivo. L’auspicio è quello che divenga una prassi, nell’ottica di una sempre maggiore trasparenza e sicurezza a beneficio della salute collettiva".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Odontotecnici, al via la campagna informativa promossa da Confartigianato

ForlìToday è in caricamento