menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Pagamenti in sanità, la Regione e le Ausl accelerano: entro agosto

A meno di un mese da quando il governo ha stanziato le risorse per pagare i debiti pregressi della pubblica amministrazione nel settore sanitario, oltre la metà della cifra concordata tra Regione e Stato è già stata liquidata

A meno di un mese da quando il governo ha stanziato le risorse per pagare i debiti pregressi della pubblica amministrazione nel settore sanitario, oltre la metà della cifra concordata tra Regione e Stato è già stata liquidata ai creditori, mentre il restante dovrà essere liquidato obbligatoriamente e inderogabilmente non oltre il 23 agosto prossimo. Questo è quanto comunicato da Simonetta Saliera, vicepresidente e assessore regionale al Bilancio, ai rappresentanti delle parti sociali (Confindustria, Legacoop, Confcooperative, Acgi, Cgil, Cisl e Uil) in una lettera.

“Insieme al collega assessore alle Politiche per la salute Carlo Lusenti ci siamo occupati tempestivamente di cogliere le opportunità delle norme nazionali – spiega Saliera – . Alla fine di luglio il governo ha trasferito alla Regione Emilia-Romagna i 448 milioni di euro pattuiti; risorse che la Regione ha immediatamente trasferito alle Aziende Ausl perché procedessero, a norma di legge, al pagamento dei fornitori. A oggi la grande maggioranza dei creditori compresi nel piano di pagamento sono già stati liquidati, i restanti lo saranno obbligatoriamente e inderogabilmente non oltre il 23 agosto prossimo. A livello regionale, quindi, l’utilizzo delle risorse pattuite con il governo, cui si sono aggiunti i 244,5 milioni di euro messi a disposizione dalla Regione con fondi propri, stanno consentendo di raggiungere l’obiettivo prefissato, e cioè tempi per i pagamenti non superiori a 120 giorni”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ForlìToday è in caricamento