Negozi, supermercati e centri commerciali aperti a Pasqua e Pasquetta a Forlì

Le scuole sono chiuse, il clima è quello della festa e ci sono tanti eventi per trascorrere al meglio le feste. Ma ci sono anche le attività che restano aperte

Domenica 21 aprile si celebra la Santa Pasqua, mentre il 22 è il Lunedì dell'Angelo. Le scuole sono chiuse, il clima è quello della festa e ci sono tanti eventi per trascorrere al meglio le feste. Ma ci sono anche le attività che restano aperte, al servizio dei consumatori. Centri commerciali chiusi a Pasqua: il "Punta di Ferro", all'interno del quale si trova l'Iper Conad sarà aperto lunedì dalle 10 alle 21, mentre "Le Fornaci" di Forlimpopoli, che comprende il supermercato Bennet, dalle 9 alle 20.30. Lunedì sarà aperto anche il Simply di via Balzella dalle 8 alle 13.

CESENA - I centri commerciali aperti o chiusi: l'elenco

Eataly resterà aperto sia domenica che lunedì dalle 9 alle 23, con una grigliata organizzata nella giornata di Pasquetta. I ristoranti presenteranno i loro menù per le festività (anche sulla carta), mentre pasticcerie e gelaterie saranno aperte con idee regalo e le immancabili uova o colombe da presentare sulla tavola per la due giorni festiva. Lavorare a Pasqua e Pasquetta è una 'triste' realtà per molti lavoratori del commercio privato. E' una polemica che va avanti ormai da anni, quella che riguarda l'apertura dei centri commericiali nei giorni festivi. Fu il governo Monti nel 2011 a consentire massima libertà rispetto all'apertura tutti i giorni della settimana, domenica compresa.

Da tempo i sindacati sono sul piede di guerra, lamentando come l'Italia sia uno dei pochi Paesi in Europa dove Stato e Enti locali non hanno voce in capitolo per porre delle restrizioni. Anche quest'anno sarà una Pasqua di 'lotta' con i sindacati Cgil, Cisl e Uil uniti, che hanno chiamato a raccolta i lavoratori. "Nelle giornate festive pasquali viene proclamato lo sciopero per il giorno 21 aprile, domenica di Pasqua, e astensione dal lavoro per il 22 aprile, 25 Aprile, 1 Maggio invitando i lavoratori del commercio privato e cooperativo e gli addetti di tutte le attività svolte all’interno dei centri commerciali ad aderire, astenendosi dal lavoro nelle festività”. 'Delusi' dal Governo che aveva promesso un intervento del legislatore in materia, Cgil, Cisl e Uil chiedono a gran voce "di porre un limite alle aperture incontrollate che in questi anni hanno stravolto il settore e la vita delle lavoratrici e dei lavoratori delle aziende del commercio;  di escludere la possibilità di aprire in occasione delle festività nazionali, restituendo a questi giorni il valore civile e religioso che è patrimonio della nostra storia e della nostra cultura". Torneranno anche quest'anno, quindi, le mobilitazioni sindacali.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Un improvviso malore non gli lascia scampo: è morto Dino Amadori, direttore scientifico emerito dell'Irst

  • Coronavirus, ufficiale: asili nido, scuole, università e manifestazioni chiusi fino al primo marzo in Emilia-Romagna

  • Coronavirus, tutto quello che c'è da sapere: sintomi, modalità di trasmissione e animali da compagnia

  • "Era dolce e solare": addio alla storica negoziante del centro, si è spenta a 49 anni

  • Rapinatore armato dal dentista: arraffa l'anestetico, chiede scusa e lascia pure il "pagamento"

  • Coronavirus, il presidente Bonaccini: "Stiamo valutando la chiusura di asili nido, scuole, impianti sportivi e musei"

Torna su
ForlìToday è in caricamento