Martedì, 16 Luglio 2024
Commercio

Pasqua, ristoranti verso il tutto esaurito. "Ma è sempre più difficile trovare camerieri, baristi e cuochi"

C'è però, sempre parlando delle attività di somministrazione, un aspetto negativo: quello della difficoltà nel reperire manodopera

"Si va verso il tutto esaurito. C'è già chi, a una decina di giorni da Pasqua e Pasquetta, ha avvertito i clienti di non avere più posto". Arrivano notizie positive per il settore della ristorazione, stando a un monitoraggio effettuato in settimana da Ascom-Confcommercio. Monitoraggio che ha riguardato una quarantina di attività tra Forlì e comprensorio, includendo sia ristoranti tradizionali che agriturismi. "I locali sono pieni - spiega il direttore dell'associazione di categoria, Alberto Zattini - o comunque esauriranno presto i posti disponibili. I risultati del nostro 'sondaggio' sono confortanti, e confermano come il settore della ristorazione nel suo complesso, superato lo scoglio del Covid, non conosce crisi".

C'è però, sempre parlando delle attività di somministrazione, un aspetto negativo: quello della difficoltà nel reperire manodopera. "Il problema esiste da tempo, e diversi nostri associati ce lo hanno purtroppo ribadito anche in questi giorni. Risulta sempre più difficile trovare camerieri, personale di sala, cuochi e baristi, ancora di più nei periodi festivi". La situazione potrebbe cambiare in meglio - questo l'auspicio di Ascom - quando verrà modificato definitivamente il meccanismo del reddito di cittadinanza. "Vedremo se è stato un deterrente nel reperimento della forza lavoro e come la modifica di questo strumento impatterà nel settore della ristorazione", precisa. Il nuovo reddito di cittadinanza - Mia la nuova denominazione - verrà applicato dal primo settembre 2023.

Nel complesso, rileva il direttore di Ascom, "c'è da parte delle persone una gran voglia di dimenticare le difficoltà di questo periodo e una gran voglia di evasione". Una prova arriva dai risultati del settore moda, "dove le vendite stanno andando meglio delle aspettative", con i prodotti di stagione "che i clienti stanno mostrando di gradire". Tra le note da rilevare ci sono "le vendite delle scarpe da ginnastica e dell'abbigliamento". In conclusione "ci aspettiamo risultati positivi sia sul fronte degli arrivi che delle partenze. Le mostre della Fondazione Cassa dei Risparmi sono un grande elemento di attrazione, e la libertà che concede un aeroporto funzionante, in termini di spostamenti, non ha eguali". Chi arriva qui, conclude, lo fa "sia per motivi culturali, che enogastronomici". 

Le principali notizie

Sciagura stradale, perde la vita un centauro

Rischia frustate e pene corporali nel suo Paese, odissea giudiziaria per una giovane islamica

Concorso Art Bonus, l'Ex Gil sale sul podio: è boom di like sui social

Moschea di via Fabbretti, botta e risposta

Una pieve con una cripta che risale ad oltre mille anni fa: la storia di Polenta

Il meteo della Domenica delle Palme

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pasqua, ristoranti verso il tutto esaurito. "Ma è sempre più difficile trovare camerieri, baristi e cuochi"
ForlìToday è in caricamento