rotate-mobile
La lotta al carovita

Contro il caro vita un premio da oltre 5mila euro ai dipendenti: l'esempio del Ferretti Group

Sono numeri davvero importati quelli ottenuti dalla società nautica forlivese nel primo semestre dell'anno

Condividere i successi che si stanno ottenendo con chi ha contribuito a costruirli e raggiungerli. E' questa la filosofia di Ferretti Group che nel corso del 2022 ha erogato ai propri dipendenti premi in busta paga o bonus per far fronte al caro vita, dovuti ai continui rincari dei prodotti energetici. Come viene riportato dal "Corriere della Sera", è stato erogato un premio da 900 euro lordi divisi in due erogazioni, uno da 500 euro ad aprile dopo la quotazione alla Borsa di Hong Kong ed uno a novembre da 400 euro; ai quali si aggiungono bonus da 200 euro in buoni carburante, erogati ad aprile; 600 euro netti in buoni acquisto, che sono stati stanziati a novembre in ricezione della normativa introdotta dal decreto Aiuti bis, ed un premio del valore medio di 3.900 euro legata al risultato aziendale e calcolato sulla base della retribuzione di ciascun dipendente, che verrà distribuito in gran parte entro il 31 dicembre e una piccola percentuale nei primi mesi del 2023.

"Grazie all'impegno siamo riusciti a migliorare ancora ricavi e redditività, con un 2022 dai risultati davvero eccezionali", sono le parole dell'amministratore delegato di Ferretti Group, Alberto Galassi, nel comunicare l'erogazione del premio. Sono numeri davvero importati quelli ottenuti dalla società nautica forlivese nel primo semestre dell'anno, con ricavi pari a 534,9 milioni di euro ed una una crescita del 17% rispetto al primo semestre dell'anno precedente (457,2 milioni di euro), grazie al forte portafoglio ordini accumulato nel 2021. Ma sorride anche la raccolta ordini al giro di boa del 2022, pari a 641,9 milioni di euro, in crescita del 30% rispetto al primo semestre 2021 (493,6 milioni di euro) grazie alla forte domanda del mercato mondiale. Il portafoglio ordini al 30 giugno ha toccato quota 1.218 milioni di euro, con una crescita del 20% rispetto al 31 dicembre scorso (1.016 milioni di euro) grazie alla forte acquisizione di ordini nel periodo e un aumento del 49% rispetto allo stesso periodo del 2021.

L'utile netto nel primo semestre è stato 29,9 milioni di euro, in crescita rispetto al primo semestre 2021(23,4 milioni di euro) e con un margine pari al 5,9% nel primo semestre 2022, in aumento di 40 punti base rispetto al primo semestre 2021 (5,5%). In "forte miglioramento" la posizione finanziaria netta, passata da 93,3 milioni di euro di cassa al 31 dicembre 2021, a 183,1 milioni di euro cassa al 30 giugno 2022 generati dalle attività operative. "Se a questi si aggiungono anche i 232,7 milioni di euro di proventi della quotazione, la Posizione Finanziaria netta del Gruppo ha raggiunto 415,8 milioni di euro di cassa", viene illustrato nel report di Ferretti Group. Un 2022 ricco di soddisfazioni, che ha visto tra gli eventi di rilievo le celebrazioni dei 180 anni del marchio Riva al teatro La Fenice di Venezia. Diversi i nuovi modelli presentati, dal Wallypower58 al Ferretti Yachts 580 e Ferretti 860 fino al Crn "Ciao", il secondo superyacht in lega di metallo del semestre.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Contro il caro vita un premio da oltre 5mila euro ai dipendenti: l'esempio del Ferretti Group

ForlìToday è in caricamento