Metalmeccanici, referendum nelle aziende: gli operai approvano il contratto

Fim, Fiom e Uilm hanno organizzato le assemblee in tutti i luoghi di lavoro in modo da informare tutti i lavoratori dei contenuti dell’ipotesi di accordo

Prevalenza di "Sì" nell'ipotesi di accordo per il rinnovo del contratto nazionale dell’industria metalmeccanica, firmata dalle organizzazioni sindacali lo scorso 26 novembre dopo oltre un anno di trattative e 20 ore di sciopero. Hanno partecipato al referendum complessivamente 3475 operai ed impiegati metalmecanici: hanno votato a favore in 2651, pari al 77,04%, mentre i contrari sono stati 790, pari al 22,96%. Fim, Fiom e Uilm hanno organizzato le assemblee in tutti i luoghi di lavoro in modo da informare tutti i lavoratori dei contenuti dell’ipotesi di accordo, svolgendo oltre 70 assemblee che hanno coinvolto circa 4300 lavoratori. Per questo rinnovo, essendo previsto per la prima volta il voto vincolante dei dipendenti per approvare l’ipotesi concordata dalle parti, le assemblee si sono svolte nelle grandi aziende del territorio come Electrolux, Marcegaglia e Bonfiglioli, ma anche nelle piccole e medie realtà metalmeccaniche, dalla Celli alla Fiorini Industries, dalla Fores Enigineering all’Armetal.

continua nella pagina successiva ====>

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "Terrona", il caso della lite condominiale finisce in tv: "Non sono razzista, insulti sotto l'effetto dell'ira"

  • Il maggiordomo vince in tribunale ed eredita 4 milioni di euro

  • Escort e over 45, la trasgressione non ha età: il lato piccante e proibito di Forlì

  • Dopo la collisione cade sull'asfalto, le auto lo schivano: paura in A14 per un centauro

  • Oltre un milione di spettatori per il servizio sull'ospedale di Forlì in onda su Rai Tre

  • La "Panda" diventa un'auto stupefacente: la droga era nascosta nel pianale, tre arresti

Torna su
ForlìToday è in caricamento