Alluvione, la ripartenza

Alluvione, "la parola chiave è resistere": dalla Camera di commercio più di 2 milioni per la ripartenza delle imprese

Un bando per sostenere il tessuto imprenditoriale di Forlì-Cesena e Rimini dopo l'alluvione. Arriva la app che semplifica le procedure per i risarcimenti

Due milioni e mezzo di euro: un’iniezione di fiducia per sostenere le imprese nella ripartenza dopo l’alluvione di maggio. E’ quanto la Camera di commercio della Romagna mette a disposizione delle imprese delle province di Forlì-Cesena e Rimini colpite dagli eventi alluvionali. Una cifra importante raggiunta anche grazie alla generosità della Camera di commercio di Roma, di Unioncamere italiana e della Banca di credito cooperativo ravennate, forlivese e imolese, per favorire la rinascita del tessuto imprenditoriale. L’ente camerale ha anche attivato una raccolta fondi, ribattezzata “Resistere”, rivolta principalmente al sistema imprenditoriale.

“Il nostro intervento intende riconoscere e sostenere il valore sociale delle imprese e il loro ruolo fondamentale sul territorio: l’impresa è un valore per la comunità in cui opera. Non interveniamo per risarcire danni, cosa che non ci compete, ma vogliamo riconoscere il ruolo dell’impresa nel territorio di riferimento - dice il presidente della Camera di Commercio della Romagna, Carlo Battistini -. Parola chiave è ‘Resistere’ e ha molteplici significati: richiama la ripartenza e la Romagna. Come Camera di commercio mettiamo il nostro massimo impegno per aiutare il sistema imprenditoriale a uscire dal fango e a  ripartire, e facciamo appello allo spirito di solidarietà per un aiuto concreto per la ripartenza. A questo proposito ci siamo impegnati per alleggerire e semplificare al massimo l’iter di richiesta di risarcimento, anche in modo innovativo, e per dare risposte tempestive”.

Gli interventi straordinari previsti sono due. Il primo prevede un contributo a fondo perduto di 2mila 500 euro, una tantum, in regime de minimis, tramite bando, rivolto alle imprese dei Comuni delle due province individuati dai decreti emergenziali che hanno subito danni diretti e immediati. Per velocizzare l’erogazione del contributo, il bando prevede una fase unica. Le imprese interessate possono presentare richiesta a partire dal 31 luglio secondo le modalità pubblicate sul sito www.romagna.camcom.it. C’è poi una novità per semplificare ulteriormente le procedure e ottenere i contributi: sarà infatti possibile utilizzare la app gratuita TrueScreen (scaricabile su tutti i dispositivi) per inviare foto, video e audio relativi agli eventi alluvionali e dimostrare il possesso dei requisiti richiesti dal bando.

Il secondo intervento prevede l’abbattimento degli interessi sui prestiti di conduzione attivati dalle imprese agricole che hanno partecipato al bando della Regione Emilia-Romagna nel 2023. L’apporto finanziario della Camera della Romagna al fondo regionale ha lo scopo di azzerare gli interessi sui finanziamenti garantiti da Agrifidi, per agevolare le imprese del settore già duramente colpite da eventi atmosferici di vario genere, cui si sono aggiunti quelli da alluvione.

La Camera di commercio della Romagna in questi mesi ha raccolto la solidarietà del sistema camerale: la Camera di commercio di Roma ha destinato 1 milione di euro, suddivisi in parti uguali, alle Camere di Commercio di Bologna, della Romagna e di Ferrara e Ravenna, pari a 333.333 ciascuna. Da Unioncamere italiana arrivano 680.613,63 euro della dotazione del Fondo perequativo destinato alle calamità naturali. L’ammontare complessivo dell’intervento di Unioncamere per le tre Camere di commercio interessate è di oltre 1 milione 440 mila euro. Sul territorio, la Banca di credito cooperativo ravennate, forlivese e imolese ha trasferito alla Camera della Romagna 200 mila euro.

Il Consiglio della camera di commercio della Romagna tenuto conto di queste entrate, in sede di aggiornamento del bilancio preventivo 2023, ha stanziato ulteriori risorse, attingendo dall’avanzo disponibile, fino a raggiungere 2,5 milioni di euro complessivi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Alluvione, "la parola chiave è resistere": dalla Camera di commercio più di 2 milioni per la ripartenza delle imprese
ForlìToday è in caricamento