menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Cartolerie, librerie e negozi di vestiti per bimbi aperti. L'invito: "State a casa, ve lo portiamo noi"

Un altro segnale verso un sospirato e lento ritorno alla normalità, che tuttavia non trova tutti d'accordo

Librerie, cartolerie e negozi di abbigliamento per i bambini hanno riaperto le saracinesche. Sono scattate martedì le "integrazioni" al lockdown, che il presidente del Consiglio ha prolungato fino al prossimo 3 maggio. Un altro segnale verso un sospirato e lento ritorno alla normalità, che tuttavia non trova tutti d'accordo. "Pur rispettando la scelta di chi ha deciso e sentendoci in dovere comunque in dovere di farlo, non ci troviamo in accordo con questa scelta - spiega in un video pubblicato su Facebook Christian Battistini, volto della cartoleria "Il Temperino" di viale Bolognesi -. Proseguiremo perciò continuando nella consegna a domicilio dei nostri articoli. Non sarà semplice, ma assicureremo il massimo impegno". Il punto vendita di quaderni, matite e colori inoltre è protagonista di una campagna solidale a favore dell'ospedale "Morgagni-Pierantoni" di Forlì: il 10% dell'incasso sarà devoluto al reparto di Terapia Intensiva fino al 30 aprile. Il motto della cartoleria è "tu resta a casa e pensa alla tua salute e dei tuoi cari, che ai tuoi acquisti ci pensiamo noi".

Porte aperte anche alla cartoleria "Il Cubo" di via Marsilio da Padova con tutte le accortezze che l'emergenza sanitaria impone. Anche l'attività di via Marsiglio da Padova prosegue col servizio a domicilio. Lo "Scarabocchio" di via Baracca, al Ronco, ha fissato le aperture nelle mattinate del martedì e venerdì, mentre le ore pomeridiane sono dedicate al domicilio. La cartoleria "Lapis" di via Turati ha informato la clientela che osserverà "orari un pochino diversi", invitando nel "rispettare alcune indicazioni per la sicurezza e la salute di tutti (si entra due persone alla volta, una per nucleo familiare; si rispetta il distanziamento sociale di almeno un metro dall'operatore e dagli altri clienti)". Resta attiva la consegna a domicilio, "perchè crediamo che sia ancora importante restare a casa".

Per quanto riguarda le attività di abbigliamento per piccoli, "Bimbostore Forlì Toys Center", all'interno del centro commerciale Punta di Ferro, ha disposto ad esempio l'apertura in tre giorni della settimana (martedì, giovedì e venerdì dalle 10 alle 16) informando che l'ingresso è consentito ad un solo componente della famiglia e per un massimo di 5 clienti alla volta, con la possibilità di acquistare solo prodotti di prima necessità (abbigliamento neonati e bambini, libri e cartoleria), mentre è chiuso il reparto giochi.

Porte scorrevoli azionate anche alla libreria del Mega Forlì, in corso della Repubblica: "Lo spazio è stato attrezzato in modo che l’acquisto e la scelta dei libri possa avvenire in serenità - si legge su Facebook -. I librai sono a disposizione per dare le corrette indicazioni affinché la fruizione della libreria avvenga senza rischi. Per chi volesse “viaggiare” con un libro senza uscire da casa, per i residenti nel Comune di Forlì manteniamo la consegna gratuita a domicilio".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ForlìToday è in caricamento