rotate-mobile
Economia

Ribasso delle azioni Carisp, la Federconsumatori: "Tutelare i diritti"

Contro la ridefinizione dei prezzi delle azioni Cassa dei Risparmi di Forlì e della Romagna, avvenuta lo scorso agosto, è possibile agire per tutelare i propri diritti. Lo spiega in una nota la Federconsumatori

Contro la ridefinizione dei prezzi delle azioni Cassa dei Risparmi di Forlì e della Romagna, avvenuta lo scorso agosto, è possibile agire per tutelare i propri diritti. Lo spiega in una nota la Federconsumatori. La Cassa dei Risparmi di Forlì e della Romagna, con deliberazione del proprio Consiglio di Amministrazione adottata il 01 agosto 2013, senza alcun comunicato alla cittadinanza, ridefiniva i prezzi di negoziazione delle proprie azioni, con decorrenza dal 05.08.2013 diminuendo il loro valore da €. 2,90 ad €. 2,00, per ogni azione ordinaria, e da €. 3,03 ad €. 2,13 per ciascuna azione ordinaria con privilegio di rendimento.

Tale operazione comportava un deprezzamento dei titoli pari a circa un terzo del loro valore con una evidente perdita economica a carico dei clienti possessori dei suddetti titoli. Dice l'associazione dei consumatori Federconsumatori: “E' opportuno che i possessori delle citate azioni chiedano alla Cassa dei Risparmi di Forlì e della Romagna il rendiconto del proprio operato, quale intermediaria in strumenti finanziari, onde tutelare i propri diritti di clienti / correntisti. A tal fine l'Associazione Federconsumatori si rende disponibile a fornire informazioni ed assistenza, ai propri associati, per la tutela dei propri diritti”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ribasso delle azioni Carisp, la Federconsumatori: "Tutelare i diritti"

ForlìToday è in caricamento