Riparte lo shopping della domenica nei negozi di vicinato: "Un buon auspicio verso il Natale"

Si tratta, afferma il presidente di Confcommercio Forlì, Roberto Vignatelli, di "un passo in avanti per le piccole e medie strutture di vendita"

Riparte lo shopping nei negozi di vicinato nei giorni festivi dopo l'ordinanza regionale firmata venerdì dal governatore dell'Emilia Romagna Stefano Bonaccini, in attesa dell’uscita del prossimo Dpcm del presidente del Consiglio Giuseppe Conte previsto per il 3 dicembre. Si tratta, afferma il presidente di Confcommercio Forlì, Roberto Vignatelli, di "un passo in avanti per le piccole e medie strutture di vendita ed un buon auspicio per un dicembre che ci auguriamo possa essere il più possibile vicino alla normalità”

"Nonostante il permanere della nostra Regione in zona arancione - commenta Vignatelli - giudichiamo positivamente l’eliminazione delle restrizioni che limitavano l’apertura delle piccole e medie strutture di vendita: attività che operano, da sempre, nel pieno rispetto dei protocolli di sicurezza. Un passo in avanti con l’auspicio che tutto questo porti ad un mese di dicembre il più possibile vicino alla normalità e con un ritorno agli acquisti “sottocasa”. Ne abbiamo tutti bisogno; così come abbiamo bisogno di toccare al più presto con mano i ristori promessi per le imprese che hanno sospeso la loro attività anche per le ulteriori restrizioni prescritte dalle Ordinanze regionali.".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, l'Emilia Romagna resterà arancione. "Lunedì superiori aperte, ma rischiamo il rosso"

  • "Io apro", 30 clienti a tavola. Ristoratore forlivese multato: "Un segnale per smuovere la situazione"

  • Guasto al congelatore dell'ospedale, andate perse 800 dosi del vaccino stoccato a Forlì

  • Meteo, ondata di freddo in arrivo: "Ma non parliamo di gelo. L'inverno continuerà ad essere dinamico"

  • Jovanotti e la lunga battaglia della figlia Teresa contro il cancro: "E' stata pazzesca"

  • Vincono online centinaia di migliaia di euro: si dichiarano poveri e percepiscono il reddito di cittadinanza, denunciati

Torna su
ForlìToday è in caricamento