Rigenerazione urbana e nuovi scenari dell'edilizia: "Semplificare i regolamenti"

Si è parlato di case passive nell’iniziativa promossa da CNA Forlì-Cesena col Comune di Bertinoro. Sala gremita al Ceub di Bertinoro

E' partito al Ceub di Bertinoro il ciclo “I giovedì della rigenerazione urbana”, una serie di incontri sui temi della riqualificazione edilizia e dell’efficientamento energetico degli edifici, promosso da Cna Forlì-Cesena in collaborazione con il Comune di Bertinoro – che ha organizzato il primo incontro in qualità di capofila – e gli altri Comuni dell'Unione della Romagna Forlivese. Le iniziative sono realizzate con il contributo della Fondazione Cassa dei Risparmi di Forlì.

Due momenti rivolti a pubblici diversi: nel pomeriggio si è svolto il seminario tecnico su “Case passive ed edifici ad elevate prestazioni energetiche: incentivi ed agevolazioni nel nuovo Regolamento per il risparmio energetico e la bioedilizia dell’Unione dei Comuni della Romagna Forlivese”; mentre nella serata si è tenuto un incontro rivolto alla cittadinanza per presentare le opportunità offerte dagli incentivi economici e di superficie previsti dal nuovo Regolamento per il Risparmio energetico dell’Unione dei Comuni, che premia i livelli elevati di efficienza energetica, fino appunto alla casa passiva. Numerosi e qualificati gli interventi di amministratori, dirigenti pubblici, tecnici e professionisti del settore. Modalità tecniche, costi e vantaggi per realizzare una casa passiva sono stati illustrati dall'esperto internazionale Guenther Gantioler, direttore scientifico del Passive House Institute Italia e da altri progettisti qualificati. Il tutto a partire da esperienze concrete di case passive in fase di realizzazione, sia in ambito locale che nazionale.

I nuovi scenari per il comparto dell’edilizia, sono stati al centro dell’intervento del direttore generale di Cna Forlì-Cesena, Franco Napolitano: “una recentissima indagine Cna mostra come, dal 2009, il comparto edile abbia perso in Italia 500.000 occupati e 63.000 imprese. Bisogna pensare a un futuro diverso per questo settore e non è un caso che, come Cna Forlì-Cesena già da tre anni stiamo lavorando al progetto Rigenerazione urbana, un vero e proprio progetto di comunità, al quale hanno ora aderito tutti i Comuni della provincia. Puntiamo sull’intelligenza collettiva. Siamo impegnati anche nella formazione delle imprese: il prossimo lunedì ne “diplomeremo” 40, e altre 30 nelle prossime settimane”.

"Nell’ambito dell’Unione dei Comuni stiamo svolgendo un proficuo lavoro, avviato nel 2009 con la redazione del primo Regolamento incentivante per il risparmio energetico, che in questi anni è stato utilizzato per residenze mono e bifamiliari - ha affermato il sindaco di Bertinoro, Nevio Zaccarelli -. Dal 2013 abbiamo iniziato il percorso verso un nuovo Regolamento per semplificare e diffondere le possibilità di agevolazioni ed è partita la convergenza con la Cna in materia di rigenerazione urbana. Questo seminario evidenzia le eccellenze che Bertinoro rende già possibili per i cittadini, come l'incentivazione delle case passive e costituisce una misura del Piano d'Azione per l'Energia Sostenibile (PAES) che i Comuni dell'Unione hanno approvato questa settimana".

L'intervento di Francesca Gardini, Assessore all'Urbanistica del Comune di Forlì sottolinea l'importanza di proseguire nel processo di co-pianificazione: “Nell’ambito dell’Unione dei Comuni si sta proseguendo anche con la messa a punto di un unico Regolamento urbanistico edilizio sotto il coordinamento del Comune di Forlì. Avvalendoci dell'esperienza urbanistica maturata nei vari Comuni e del supporto di Ordini e Collegi professionali stiamo lavorando per un prodotto innovativo, utile e di facile consultazione”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Importante il sostegno della Fondazione Cassa dei Risparmi di Forlì: "Si conferma il ruolo della Fondazione quale animatore dello sviluppo e del rilancio del territorio - ha evidenziato il presidente Roberto Pinza -. Abbiamo sostenuto questo progetto, che riteniamo intelligente e lungimirante, con l’auspicio che possa ridare nuova vitalità ad un settore in crisi come quello delle costruzioni. A questo punto è fondamentale il ruolo delle Amministrazioni locali per attuare una vera semplificazione dei regolamenti, che andrà a beneficio di cittadini e imprese”. Gli incontri proseguiranno il 16 aprile a Predappio ed il 14 maggio a Castrocaro, il ciclo si chiuderà il 4 giugno a Forlì.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il suo corpo galleggiava in acqua: perde la vita in mare

  • Colpita dal muletto in retromarcia: infortunio mortale in azienda

  • Centauro si schianta contro l'auto in svolta e viene sbalzato contro il guard-rail: è grave

  • Esce di strada e finisce con l'auto contro la recinzione di una casa: è grave

  • La consegna del pane si conclude nella scarpata, fornaio ferito all'alba nello schianto

  • Forlimpopoli entra nel Guinness dei Primati per la sfoglia tirata al matterello più lunga del mondo

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ForlìToday è in caricamento