Economia

Alpi di Modigliana, lavoratori a rischio: alta partecipazione allo sciopero di giovedì

"Questo è solo l’inizio - evidenziano i sindacati -. Le lavoratrici ed i lavoratori metteranno in campo tutte le iniziative necessarie per raggiungere l’obiettivo di evitare la perdita di posti di lavoro e il mantenimento dell’insediamento del sito produttivo".

Si è svolto davanti ai cancelli dell’Alpi Spa di Modigliana, il presidio organizzato dai sindacati di Cgil, Cisl e Uil, insieme alle Rsu dello stabilimento, che ha visto una massiccia partecipazione dei lavoratori e delle lavoratrici per respingere la volontà dell’Azienda di avviare la procedura di mobilità (licenziamento) per circa 250 dipendenti. All’importante iniziativa hanno partecipato portando la loro solidarietà il Sindaco di Modigliana, l’Assessore alle Attività Produttive del Comune di Tredozio, il Sindaco di Marradi, Parroci di Modigliana e di Tredozio che con la loro presenza hanno dimostrato che la vertenza Alpi non riguarda solo i dipendenti, ma l’intera Comunità della vallata del Tramazzo.

Giovedì sera il sindaco di Modigliana ha incontrato i sindacati per avviare il percorso di coinvolgimento delle Istituzioni al fine di determinare un Tavolo di crisi Regionale che veda la partecipazione di tutti i soggetti interessati (Azienda, Organizzazioni Sindacali, Comune, Provincia di Forlì – Cesena) per definire soluzioni positive alla vertenza. "Questo è solo l’inizio - evidenziano i sindacati -. Le lavoratrici ed i lavoratori metteranno in campo tutte le iniziative necessarie per raggiungere l’obiettivo di evitare la perdita di posti di lavoro e il mantenimento dell’insediamento del sito produttivo".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Alpi di Modigliana, lavoratori a rischio: alta partecipazione allo sciopero di giovedì

ForlìToday è in caricamento