menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Sciopero generale: "Grande adesione contro la manovra"

"Pagano sempre gli stessi". Su questa base Cgil, Cisl e Uil si sono ricompattati lunedì mattina contro. "Grande adesione - secondo gli organizzatori

"Pagano sempre gli stessi". Su questa base Cgil, Cisl e Uil si sono ricompattati lunedì mattina contro. “Grande adesione  - secondo gli organizzatori – allo sciopero generale e alla manifestazione organizzata da Cgil, Cisl, Uil di Forlì e di Cesena, per protestare contro i contenuti della manovra economica predisposta dal Governo Monti ed in fase di discussione in Parlamento. Oltre 3.000 persone, nonostante il freddo e la pioggia, hanno sfilato per le vie cittadine”.



Il corteo è partito da Porta Schiavonia per arrivare a presidiare “la Prefettura dove, dopo il comizio dei segretari generale, una delegazione è stata ricevuta dall’autorità di governo locale a cui sono state illustrate le motivazioni dello Sciopero Generale. I sindacati dicono NO a una manovra recessiva che ha caratteristiche di iniquità ed ingiustizia sociale e non crea le condizioni per uno sviluppo economico. Ancora una volta i lavoratori e le lavoratrici, i pensionati e le pensionate sono chiamati a pagare il peso di una crisi che non hanno creato: la non rivalutazione delle pensioni, il superamento della pensione di anzianità, l’introduzione dell’ IMU senza adeguate esenzioni, le varie addizionali IRPEF, l’annunciato aumento dell’ IVA, percorrono la solita strada di fare cassa sui più poveri del Paese”.

“Manca una vera patrimoniale, manca la tassazione sulle transazioni finanziarie, manca una tassazione sulle grandi ricchezze, manca un forte contrasto all’evasione fiscale (a partire da una tassazione aggiuntiva sui capitali scudati), manca la vendita delle frequenze televisive. CGIL CISL UIL chiedono al Governo ed al Parlamento di modificare la manovra ricercando maggiore equità, a partire dalle condizioni dei giovani e delle donne. - si legge nella nota dei sindacati - CGIL CISL UIL di Forlì e Cesena continueranno la mobilitazione partecipando con delegazioni al presidio del Parlamento previsto in occasione del dibattito Parlamentare e sosterranno con forza lo SCIOPERO GENERALE dei trasporti previsto per il 16/12/11 e quello di tutto il Pubblico Impiego e delle Poste Italiane previsto per il 19/12/11. CGIL CISL UIL si mobilitano per una manovra più equa, per un vero sviluppo economico, per un’ Italia migliore”.

 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ForlìToday è in caricamento