rotate-mobile
Economia Centro Storico / Piazza Ordelaffi

Gli operai della Icot manifestano davanti la Prefettura: le foto

Per la giornata di venerdì i sindacati hanno proclamato otto ore di sciopero "per il perpetrarsi di una situazione di estrema difficoltà"

Una cinquantina di dipendenti della Icot, arrivati anche da altre zone Italia, si sono dati appuntamento davanti alla sede della Prefettura di Forlì per manifestare contro il mancato pagamento degli stipendi. Per la giornata di venerdì i sindacati hanno proclamato otto ore di sciopero "per il perpetuarsi di una situazione di estrema difficoltà" e "alla poca chiarezza da parte della direzione sulle reali difficoltà aziendali soprattutto finanziarie, nonostante la presentazione di un piano industriale strutturato".

Chiariscono Moreno Cimatti ed Enrico Imolesi, per le segreterie di Fiom e Uilm: "La manifestazione, che segue altre 18 ore di sciopero proclamate dalle organizzazioni sindacali e dalla Rsu aziendale a gennaio, è conseguente all'aggravamento della situazione dell'azienda, che non ha retribuito gli stipendi di novembre, dicembre, la tredicesima mensità del 2015 e la retribuzione di gennaio".

Icot, operai in sciopero davanti alla Prefettura (foto di A.Salieri)

Cimatti ed Imolesi sottolineano come "la situazione dei lavoratori diventa col passare del tempo sempre più complicata, con rate muti in scadenza, figli e famiglie da mantenere. Non è accettabile che l'azienda e il sistema bancario pensi di far cassa col lavoro delle lavoratrici e dei lavoratori. Con la manifestazione è stata chiesta chiarezza sul futuro dell'azienda, ma soprattutto sui pagamenti delle retribuzioni, elemento fondamentale per ricominciare a vivere più serenamente".

Aggiungono i sindacati che "per far fronte a questa situazione è stato chiesto l'intervento a tutela del lavoro e del futuro dei lavoratori del Gruppo Icot a tutte le istituzioni del territorio affinchè monitorino da vicino la situazione e si impegnino per trovare una soluzione. Nell'incontro in Prefettura, in cui sono stati convocati istituzioni, parti sociali, azienda e istituti bancari, si è raggiunta un'intesa che prevede il riconoscimento di una parte delle retribuzioni in arretrato entro la prossima settimana. Nel frattempo verrà richiesto un incontro al Ministero dello Sviluppo Economico, per monitorare la situazione e verificare le prospettive future del Gruppo".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Gli operai della Icot manifestano davanti la Prefettura: le foto

ForlìToday è in caricamento