rotate-mobile
Economia

Lo shopping natalizio dà soddisfazione: si punta su alimentare e ultime novità

Un Natale all’insegna della ripresa, che vede al primo posto la vendita di prodotti alimentari, e premia la qualità, la tipicità ed il Made in Italy, valori aggiunti dei negozi tradizionali

Un Natale all’insegna della ripresa, che vede al primo posto la vendita di prodotti alimentari, e premia la qualità, la tipicità ed il Made in Italy, valori aggiunti dei negozi tradizionali. Questo quanto emerge, in sintesi, dall’indagine sulle vendite del periodo pre-natalizio realizzata da Confcommercio Forlì, tramite il centro studi Iscom, su un panel di 50 imprese commerciali del comprensorio, del comparto alimentare ed extralimentare (abbigliamento, calzature, accessori, oggettistica, elettronica, telefonia, giocattoli), per monitorare l’andamento delle vendite di questo Natale 2015 e gli orientamenti di spesa delle famiglie forlivesi.

In base all’indagine il 72% degli operatori intervistati dichiara vendite stabili (49%) o in aumento (23%). La percentuale degli operatori che evidenzia un aumento delle vendite rispetto a due anni fa è triplicata (23% del 2015 contro l’8% del 2013) ed è allo stesso tempo diminuito in questi tre anni il numero di coloro che registrano una diminuzione delle vendite.  Segnali positivi si colgono in tutti i comparti: sostanziale stabilità delle vendite nel settore abbigliamento (per il 60% degli operatori), e una tendenza all’aumento per il comparto dei beni per la persona (pelletteria, accessori, gioielli, ecc.) e per gli “altri beni” (piccola elettronica, oggettistica, libri, giocattoli). I segnali più confortanti arrivano dagli alimentari: in questo comparto infatti sale al 43% la percentuale degli operatori che hanno riscontrato, per questo Natale, un aumento delle vendite, a fianco del 51% che registra stabilità.

“Questi dati confermano che il Natale sta spingendo la ripresa dei consumi – dichiara Alberto Zattini direttore di Confcommercio Forlì - con una ritrovata propensione agli acquisti. E’ bello vedere come le vie dello shopping della nostra città e del nostro comprensorio tornano ad animarsi, così come è piacevole constatare che i negozi tradizionali sono ancora ai primi posti dei consumatori per le compere del periodo natalizio”.

Sul fronte dei comportamenti di acquisto l’indagine evidenzia come, pur a fronte di un’attenzione ormai consolidata al prezzo da parte della clientela, sempre più attenta ed informata (50% degli operatori) e della tendenza ad acquistare regali utili (lo afferma il 20% del panel), significativo il fatto che l’12% degli operatori ha rilevato come quest’anno i clienti abbiano ricominciato a comprare le ultime novità e i nuovi prodotti – per cui sono disposti a spendere anche qualcosa di più – concentrando comunque gli acquisti prevalentemente sui doni natalizi e rimandando a periodi successivi le spese personali.  Per quanto riguarda i prodotti più venduti, ai primi posti per questo Natale ci sono certamente i prodotti alimentari, in particolare panettone e dolci tipici, che soddisfano la ricerca della qualità e dell’utilità ad un costo contenuto ed accessibile; tra i prodotti di tendenza emerge la maglieria, insieme ai cappelli per quanto riguarda gli accessori. Molto ricercati i gadget e i giocattoli legati agli ultimi film o cartoni animati in uscita, come ad esempio la saga di Star Wars, i libri e le agende. 

In aumento, rispetto all’anno scorso e in generale nel triennio, la spesa media per cliente, che si attesta a 55 euro circa per l’abbigliamento); ad 77 euro circa per gli altri beni persona; ad 33 euro circa per gli altri beni e a 22 euro circa per gli alimentari.  “La grande attenzione delle famiglie a spendere bene, per prodotti di qualità, così come la ricerca del Made in Italy e della tipicità del prodotto – aggiunge Zattini – sono il tratto distintivo di questo Natale, che premia l’attenzione al servizio e alla clientela dei negozi tradizionali, capaci di soddisfare consumatori sempre più informati ed esigenti". 
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lo shopping natalizio dà soddisfazione: si punta su alimentare e ultime novità

ForlìToday è in caricamento